Utente 790XXX
Gentili medici,ho 35 anni e tutte le notti ho un problema che mi fa dormire poco e male.Gli occhi mi si asciugano talmente tanto (o uno o l'altro o entrambi e capita anche più volte a notte) che come li apro o li muovo con le palpebre ancora chiuse si graffia la cornea producendomi dolori atroci e in alcuni casi il giorno dopo mal di testa,fotofobia,bruciore e sensazione di avere qualcosa nell'occhio.Capita altre volte che dopo i primi 10 minuti di inferno pian piano i fastidi spariscano. Io ero miope dall'età di 14 anni e dai 18 ho portato le lenti a contatto.Parlo al passato perché a settembre 2012 ho eseguito l'intervento laser che mi ha fatto riprendere i 3 gradi e mezzo mancanti in entrambi gli occhi.Questo fastidio mi è venuto qualche volta da ragazzina,col passare del tempo si è fatto più frequente e prima dell'intervento,nell'anno precedente,ne ho sofferto 1 massimo 2 volte al mese,ma dopo l'intervento il fastidio si è fatto frequente e ora accade tutte le notti.Sono già andata da 2 oculisti,ma entrambi mi hanno detto che non c'è nulla da fare e mi hanno consigliato lacrime artificiali(che io già utilizzavo a litri) e un gel oculare da mettere prima di dormire.Sto usando il lubristil gel e un poco di sollievo c'è stato,ma comunque dopo le 2 di notte,dopo 3 o 4 ore di sonno,la cosa si ripete,anche se leggermente attenuata rispetto a quando non utilizzavo il gel.E' proprio vero che non c'è nulla da fare e devo solo sopportare o posso invece agire in qualche modo per risolvere la situazione e poter dormire tranquillamente?
Confido in una Vostra risposta.
Grazie
35enne disperata

[#1] dopo  
Dr. Carlo Orione

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gent.ma,
probabilmente lei soffre di erosione epiteliale ricorrente.

Questa situazione clinica insorge solitamente quando l'epitelio corneale non è ben adeso allo stroma.

Vi sono varie procedure per risolvere questo problema, ma prima di tutto deve effettuare una topografia corneale a scansione per valutare la cornea.

Poi, in base a questo e ad altri test clinici, si decide la terapia più corretta che può essere medica o parachirurgica: disepitelizzazione corneale meccanica o una Laser PTK

Cordiali saluti
Carlo Orione, MD
carlo.orione@orioneye.com
www.orioneye.com