Utente 372XXX
Gentili dottori, vi sottopongo questa mia curiosità.
Nell'autunno 2009 all'età di 19 anni mi sottoposi ad intervento lasek per correggere una miopia di OD -10 e OS - 8; tuttavia, subito dopo l'intervento mi rimase un residuo miopico di circa - 1.75 OD e - 1.00 OS.
Nel corso di questi sei anni ho subito un nuovo aumento sino ad arrivare ad oggi ad un difetto di -3.75 OD e -2.50 OS.
Quello che, però, volevo chiedervi è se il peggioramento visivo possa essere stato dovuto soltanto all'allungamentro del bulbo oculare o sia potuto dipendere anche dal fattore corneale poiché la mia cornea dopo il laser risultava essere spessa: 385 micron OD e 390 micron OS, mentre oggi è di 406 micron OD e 408 micron OS; com'è stata possibile una ricrescita corneale di questo tipo e soprattutto l'aumento del difetto è dipeso da questo?

Grazie, cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Ferdinando Munno

28% attività
16% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
la miopia è chiaramente in questo caso evolutiva e quindi è assolutamente improbabile che rimanesse ferma considerando la sua giovane età quando l'ha effettuata.
consideri che per quanto riguarda lo spessore corneale questo varia molto in base al tipo di misurazione effettuata, se ottica o a contatto.
dunque con vecchi strumenti e vecchi metodi di misura poteva sembrare più sottile.
l'unico motivo per cui è peggiorata la miopia è che ancora non era del tutto ferma.
Dr. Ferdinando Munno - Medico Chirurgo
Specialista in Oftalmologia
www.studiocarbonemunno.it