Problemi agli occhi causati da uso eccessivo LAC

Ho 28 anni, e da diversi anni i miei occhi presentano dei capillari segnati sulla sclera. In questi anni ho continuato a indossare le lenti a contatto per motivi sportivi, quindi per due, tre ore per un paio di giorni a settimana e in alcune situazioni sociali per diverse ore.
Un mese fa per alcuni giorni ho fatto un uso eccessivo delle LAC (nei primi giorni ho continuato a indossarle anche in presenza di dolore), al terzo giorno di bruciore ho smesso di indossarle e ho notato un peggioramento dei capillari segnati. Dopo una settimana in cui il bruciore continuava mi sono recato al pronto soccorso oculistico dove mi hanno diagnosticato una lieve iperemia congiuntivale, ma nessun problema alla cornea, e mi hanno detto che gli occhi erano poco lubrificati. Mi hanno detto di mettere Ocufen per 10 gg, e ho iniziato usato delle lacrime artificiale più viscose (Optive fusion in monodose) rispetto a quelle che mettevo in precedenza con le LAC (Artelac Splash). La situazione a tre settimane di distanza da quando ho smesso di indossare le LAC è che il bruciore è gradualmente diminuito, anche se tutt'ora specialmente di sera rimane un po' di bruciore all'occhio sx e lieve rossore nella congiuntiva sx in corrispondenza delle aree in cui la sclera è più ingrigita (che da quello che ho capito è ingrigita perché assottigliata).

Sono molto scoraggiato soprattutto dalla situazione estetica dei capillari segnati, che però mi pare di capire non potrà migliorare.
Per evitare ulteriori peggiornamenti ho deciso di smettere del tutto di indossare le LAC (anche se al pronto soccorso l'oculista mi ha detto che dopo qualche settimana avrei potuto riprovare a metterle). Per l'occhio secco bevo molta acqua e ho iniziato a prendere un integratore di omega 3. Ho letto che per individuare le lacrime artificiali più indicate dovrei fare dei test lacrimali.
Avete altri consigli da darmi? E' proprio vero che non c'è una soluzione ai capillari segnati sulla sclera (che leggendo su internet ho capito sono un fenomeno di neovascolarizzazione)?

Grazie
[#1]
Dr. Luigi Marino Oculista, Medico legale 17k 570 396
buongiorno

direi che l’astensione per 3 o 4 mesi da lenti a contatto dovrebbe bastare per rigenerare il suo occhio e la sua cornea.

L’approccio al suo problema deve essere il piu’ razionale e scientifico possibile altrimenti la vedo dura...

sul sito di Medicitalia

trova disersi miei articoli sull’argomento...provi intatnto ariempire il questionario dell’occhio secco...

buona giornata

LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 / 02 58395516

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie della risposta,

cosa intende con "rigenerare il suo occhio e la sua cornea"? Parla della sensazione di bruciore e arrossamento o anche dell'aspetto estetico (capillari segnati e zone che si sono ingrigite nella sclera)? Sul primo aspetto sono fiducioso, sento che la situazione sta migliorando giorno dopo giorno; sul secondo invece sono pessimista, e sconfortato, basandomi su quello che ho letto.

Negli ultimi sei, sette anni ho fatto alcune visite oculistiche di controllo (una privata e due in ospedale) e tutti mi hanno detto che i capillari sulla sclera non erano un problema ma non erano risolvibili, se non con rimedi deleteri nel lungo periodo. Purtroppo per me, non mi hanno messo in guardia dall'uso delle LAC in relazione ai capillari, mentre adesso capisco che questi capillari erano uno dei sintomi che mi avrebbero dovuto far optare per smettere di indossarle.

Sul dry eye ho letto molto, compresi i suoi interessanti articoli su questo sito. Seguendo il questionario ho un dry eye di grado moderato. In pratica la sensazione di bruciore e sabbia negli occhi lo sento soprattutto quando sto davanti a schermi, la sera quando ho occhi stanchi, e la mattina appena sveglio; nessuna difficoltà visiva o sensibilità alla luce.

Cordiali saluti
[#3]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, ho fatto i test lacrimali dal mio ottico. Il test di Schirmer è andato bene, mentre il BUT test non tanto (mi ha detto che la situazione non è grave, ma può essere considerato occhio secco).

Mi può consigliare un gel da mettere prima di andare a dormire? Ho provato a mettere le stesse lacrime che uso durante il giorno (Optive Fusion), ma non mi bastano, perché la mattina mi ritrovo comunque con i capillari segnati nella sclera peggiorati (più rossi e aumentati), oltrea una leggera sensazione di fastidio.
So che ce ne sono diversi (Artelac Nighttime gel, Recugel), ma sono in tubetto e hanno i conservanti, e ho capito che a lungo andare i conservanti creano problemi.

Grazie
[#4]
Dr. Luigi Marino Oculista, Medico legale 17k 570 396
io penso sia indicata una valutazione clinica per una terapia mirata

a Pesaro ed Urbino ci sono ottimi e valenti colleghi

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test