Utente
Ho 55 anni e 40 anni fa mi hanno fatto una bonifica dentaria per granulomi multipli estraendomi quasi tutti i denti, nell'arcata inferiore me ne sono rimasti 6, i 2 canini e i 4 incisivi, di questi denti uno è stato denervato e i due canini sono stati incapsulati con attacchi Binat, nonostante le mie cure i denti si stanno lentamente rompendo e diventano neri mentre per quelli incapsulati la gengiva si è leggermente ritratta lasciando scoperta la corona, le radiografie non presentano una significativa perdita d'osso e le radici sembrano buone, il dentista da me consultato mi ha consigliato di inserire un perno nel moncone con palla per tutti i denti e poi fare una protesi mobile completa con aggancio sulla palla.
Visto tutto quello che ho passato da ragazzina in poi con i denti e con quelli che mi sono rimasti ho dei dubbi e delle paure, mettendo un perno nella radice come propostomi da quel che sono riuscita a vedere in internet, il dente verrebbe si tagliato ma resterebbe una parte scoperta cioè fuori dalla gengiva in cui andrebbe fissato il perno con palla, la mia paura è che la radice in questo modo potrebbe rovinarsi e magari perdere in tenuta e magari poi sarei obbligata ad estrarla, mentre come ho visto, l'inserimento di un impianto non ci sarebbe più alcun problema, o almeno credo, e non so se chiedere di mettere magari 2 impianti e 4 perni oppure fare come consigliato dal medico.
E ancora, se per caso si decida per i perni, nel caso che si dovesse togliere una radice, poi ci sarebbe la possibilità di mettere un impianto? Purtroppo questi dubbi sono dovuti al fatto che si tratta dell'arcata inferiore e se le cose dovessero andare male non avrei molte possibilità di avere una protesi stabile visto che dopo 40 anni la gengiva è inestistente.
Insomma nel mio caso cosa è consigliabile, perni o impianti?

Grazie

[#1]  
Dr.ssa Carmen Oriolo

20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,
purtroppo senza poter fare un'esame clinico e senza vedere almeno una radiografia ortopanoramica non si può assolutamente decidere la terapia più appropriata.
Le posso comunque dire che inserire un perno in una radice stabile, che non ha vuto perdita di osso e che non si muove quindi, non ne compromette la stabilità.
Cordiali Saluti
Dr.ssa Carmen Oriolo

[#2] dopo  
Utente
Grazie della pronta risposta, capisco che non avendo sotto mano le radiografie è difficile dare risposte, il fatto è che non tanto la paura del dentista ma dei denti mi fa essere indecisa sul da farsi, diciamo che non ho molta fiducia nei miei denti, dalla visita sembravano abbastanza stabili, quello che vorrei capire è se è da preferire un impianto a un perno, quali sarebbero gli effetti per l'osso in quale dei due casi ci potrebbero essere delle lesioni ossee, quale sarebbe la durata dei due sistemi, lo so che non è possibile valutare le durate ma non vorrei trovarmi con un perno o meglio senza perno e non avere più possibilità di fare un impianto oppure avere dei problemi ossei dovuti all'impianto, parlando a lungo termine e no ad eventuali lesioni provocate all'inserimento dello stesso.
Diciamo che vorrei non sbagliare e fare una cosa sicura e duratura.

Grazie

[#3]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Fare una overdenture su radici o su impianti è in sostanza la stessa cosa.
La tenuta è identica.
Se le radici sono buone, perchè buttarle via?
Se non sono buone, ecco che la soluzione su impianti è possibile.

Il numero di perni necessari per ottenere una buona stabilità che lo dice qualsiasi persona con un minimo di conoscenze di geometria: minimo 3, meglio 4.
Ma a volte gli implantologi, per motivi a me non comprensibili, non sono daccordo.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#4] dopo  
Utente
Certo, sono d'accordo sul fatto che sia meglio tenersi quello che la natura ci ha dato, la mia paura oltre al fatto che possa capitare qualcosa alla radice è anche quella da come ho visto nei filmati e fotografie che parte della radice/dente sporge dalla gengiva e non è che il perno venga parzialmente inglobato nella stessa e con i ritiro delle gengive penso che la radice si venga a scoprire sempre di più creando magari altri problemi più gravi e di difficile soluzione e comunque non vorrei precludermi la possibilità negli anni di inserire un impianto magari per mancanza d'osso o altre problematiche, comunque i perni sarebbero in totale 6 legati insieme in gruppi di 3.
La ringrazio per il consiglio e la pronta risposta

[#5]  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
sicuramente non preclude nulla e se le radici tengono le utilizzi, quando non terranno a sufficienza o staranno per sorgere altri problemi l'implantologo potrà intervenire
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#6] dopo  
Utente
Grazie a tutti delle pronte risposte e di aver fugato i miei dubbi, e visto che il perno non preclude la possibilità di un futuro impianto, vuol dire che decirò per i perni anche se mi preoccupa la parte di dente redidua che uscirebbe dalla gengiva.

[#7]  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
stia tranquilla se si affida ad un bravo collega protesista non si dovrà preoccupare per molto tempo
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#8]  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Si ricordi che i suoi denti hanno lavorato x 40 anni, e non sono pochi! perchè non fidarsi ancora? Soprattutto se sono in buone condizioni e trattate da "buone" mani.
Saluti
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#9] dopo  
Utente
Peccato che qui non ci sono le emoticon ma ne metterei una con un enorme sorriso dott Muraca, lei ha perfettamente ragione, anche se con numerose ferite sono ancora la, non che non mi abbiano fatto soffrire, ma mi ha fatto soffrire anche la protesi che si portano sulle spalle, le mani a cui mi sono affidata sono buone visto che per più di 20 anni me li ha curati, il mio dubbio era dovuto al fatto della ritrazione delle gengive e da una iniziale perdita d'osso per due radici, ma anche per il fatto che con il perno parte del dente rimarrebbe comunque fuori dalla gengiva, e anche perchè mettere degli impianti mi sembrava una cosa più definitiva e con minori problemi, i vostri pareri hanno fugato ogni mio dubbio e mi affiderò quanto prima al mio dentista sperando che risolva anche i miei problemi di dolore alla mandibola che ultimamente mi crea più problemi.

Ringrazio nuovamente tutti voi per le pronte risposte e colgo l'occasione di ringraziare tutto lo staff medico di questo utilissimo sito che in più occasioni ha saputo aiutarmi con i miei innumerevoli problemi

Grazie