Utente cancellato
Salve a tutti e grazie per lo spendido servizio che offrite.
Non so neanche se questa sia la sezione giusta in cui postare la domanda, se ho sbagliato potreste indicarmi la sezione adatta?
Il mio problema è questo: da circa un anno soffro la mia lingua presenta una patina di colore variabile (giallastra, bianca) che mi lascia una sensazione di bocca impastata che comporta notevoli disturbi, quali per esempio la difficoltà a parlare. Il mio medico ha detto che si sarebbe potuto trattare di intestino, ma mangiando comunque molta (e intendo molta) frutta e verdura per lungo tempo la situazione non è migliorata affatto. Neanche lo spazzolamento della lingua con lo spazzolino ha portato alcun effetto. Sia il mio medico generico che il dentista hanno escluso una candida orale. La cosa curiosa è che ogni circa due settimane mi capitano due o tre giorni in cui il problema sembra sparire o comunque attenuarsi di molto, per poi ripresentarsi come prima.
Che cosa posso fare?

Grazie mille per la disponibilità, salve

[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
12% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
le indicazioni dei colleghi che ha interpellato sono condivisibili: oltre a frutta e verdura, aggiungerei alla dieta una porzione di yogurt giornaliera, possibilmente bianco, oltre ovviamente al mantenimento di una buona igiene orale (3 spazzolamenti al giorno,dopo i pasti principali).
Nelle fasi di particolare disagio l'uso di fermenti lattici potrebbe giovare.
Cordiali Saluti
https://www.facebook.com/dentistarantonline
Risposta ad esclusivo scopo informativo, non costituisce diagnosi, non sostituisce la visita medica.

[#2] dopo  
138828

dal 2017
La ringrazio per la risposta.
La mia "disperazione" nasce proprio dal fatto che ho praticamente da sempre le abitudini da lei consigliate (yogurt inclusi). Tuttavia non vedo miglioramenti, tranne che in quei due o tre giorni saltuari.
E' possibile che sia una conseguenza dello stress?

[#3] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
mi scusi ma ha mai fatto tampone e antibiogramma per essere sicuri che non vi è alcuna infezione?
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#4] dopo  
Dr. Cataldo Palomba

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
12% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
lo stress può incidere, soprattutto se soffre di colon irritabile, con conseguente alterazione della flora batterica intestinale.
La malattia candidosica è sempre secondaria a patologie sistemiche importanti, a terapie farmacologiche prolungate (antibiotici, cortisonici), a cattiva igiene orale soprattutto nei bambini e negli anziani, alla presenza di protesi mobili, alla xerostomia, cioè alla secchezza delle fauci dovuta a farmaci o patologie particolari.
Considerando la sua giovane età, in assenza di patologie importanti, è molto improbabile la patologia candidosica: sarebbe opportuno ovviamente visionare direttamente la superficie linguale.
Non presenta altri sintomi?
La superficie linguale è interamente interessata?
Cordiali Saluti
https://www.facebook.com/dentistarantonline
Risposta ad esclusivo scopo informativo, non costituisce diagnosi, non sostituisce la visita medica.

[#5] dopo  
138828

dal 2017
Tamponi non ne ho mai fatti, il mio medico mi ha visitato una volta e poi quando mi sono "lamentato" ripetutamente al telefono insisteva con l'attribuire la colpa all'intestino.
La superficie di lingua interessata varia durante la giornata, ma è persistente nella parte più arretrata. Comunque i sintomi sono una sensazione di secchezza delle fauci (passando la lingua sui denti sembra di sentirli proprio asciutti), appunto bocca fortemente impastata e a volte un sapore amarognolo in bocca. Inoltre talvolta (raramente) compare un bruciore nella parte posteriore.

Una parentesi: è una domanda un po' ridicola me ne rendo conto, ma esiste un modo per capire da soli la qualità del proprio alito dal momento che credo che sia peggiorato?

Grazie per l'attenzione, buonasera

[#6] dopo  
138828

dal 2017
Mi è venuto in mente un aggettivo per definire come sento la mia lingua: spugnosa. Credo renda bene l'idea....

[#7] dopo  
Dr. Marcello Fantini

28% attività
4% attualità
12% socialità
LANCIANO (CH)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
A mio parere dovrebbe effettuare un tampone linguale per valutare la presenza di eventuali patologie infettive. La certezza di una candidosi la potrà avere solo con il tampone. Una volta fatta la diagnosi si potrà decidere per la terapia.
Dr. Marcello Fantini

www.studiofantini.jimdo.com

[#8] dopo  
138828

dal 2017
Grazie mille. Un ultima domanda, quali sarebbero le procedure per fare un tampone? A chi dovrei rivolgermi (possibilmente cercando di stare bassi in termini economici...)?