Utente
Buonasera,
sono la mamma di una bambina di 10 anni, qualche mese fa le ho fatto fare una panoramica dentaria, poiché al padre mancano entrambi gli incisivi laterali. Infatti da tale panoramica risulta che un incisivo laterale le manca, mentre un altro c'è, però è conoide e già dalla panoramica si vede che è strano e storto.Portandola dal dentista mi ha detto che in base alla conformazione della sua bocca (morso chiuso) si potrebbe pensare a un restringimento delle arcate dentarie, per sopperire alla mancanza dell'incisivo laterale; il problema è che essendoci dall'altra parte questo incisivo laterale conoide si creerebbe una asimmetria non piacevole dal punto di vista estetico, anche perché mi hanno detto che questi conoidi hanno forme diverse e strane. Pertanto mi hanno consigliato di estrarre questo conoide al fine di creare una simmetria di mancanza di incisivi laterali, in entrambe le arcate e procedere poi con un restringimento. Gentilmente volevo sentire altri pareri a conferma o meno di quanto detto, anche perché naturalmente l'estrazione del dente in una bimba di 10 anni mi preoccupa un pò che possa procurarle dolore. Vorrei anche sapere, perché non mi è molto chiaro, quando effettuare questa estrazione, considerato che mia figlia per ora ha ancora entrambi gli incisivi laterali da latte; non bisogna aspettare che questo conoide venga fuori?
Ringrazio in anticipo per le risposte che potrete fornirmi.

[#1]  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
A 10 anni gli inciisivi decidui dovrebbero essere caduti ma ovviamente dal lato dell'agensia non"cade" e dal lato del conoide il riassorbimento del deciduo puo' essere incompleto. Non avendo n'è visitato n'è visionato radiologica ente la situazione non posso esprimere un parere se non ipotetico. Solitamente pero' in presenza di un morso profondo si cerca di aprire lo spazio e non di chiuderlo in quanto cosi' facendo si evita che diventi ancora piu' profondo.per quel che riguarda l'estrazione di un conoide nel caso sia necessaria non si preoccupi in quanto e' al solito semplice. Cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2]  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
La prima cosa da fare è risolvere il morso profondo (che col passare del tempo può creare disturbi sia articolari che dentali), poi considerare la questione dei laterali agenesici. In ogni caso mai chiudere gli spazi in cas di morso profondo!! Si aggrava ancora di più la patologia. Non credo lei abbia parlato con un ortodontista (almeno voglio sperare...).
Cordialmente
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#3] dopo  
Utente
Intanto grazie per le due risposte, per quanto riguarda lo specialista era proprio un ortodontista che si è accompagnato all'altro dentista, mi sembra di aver capito che parlasse di morso chiuso, dopo aver fatto un po' di prove con mia figlia tipo aprire e chiudere la bocca, lo contrapponeva al "morso aperto" per il quale di solito si opta per lasciare gli spazi. Tra l'altro riguardo al conoide, leggendo su internet ho visto che si potrebbe pensare di camuffarlo al fine di renderlo simile agli altri. Non è questa una soluzione meno traumatica piuttosto che l'estrazione?
Grazie

[#4]  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
se il morso è "aperto" ha senso togliere il conoide se è "chiuso meglio mantenere gli spazi
se si mantengono gli spazi e il conoide ha una radice sufficicientemente affidabile lo si utilizza altrimenti lo si estrae
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it