Utente 196XXX
Buongiorno, il mio bimbo di 5 anni e mezzo, giocando con il fratello, ha avuto un forte trauma alla bocca, in particolare sul labbro superiore. Una volta passato il gonfiore abbiamo notato che il trauma ha spostato indietro i due incisivi centrali superiori, spostando anche l'incisivo di sinistra verso l'incisivo laterale. L'ho subito portato dal dentista che ha già in cura gli altri miei figli; ha cercato manualmente di riportarli in sede (di muovevano leggermente) consigliandomi di tenerlo sotto controllo. 15 gg dopo l'incisivo di sinistra si è ingrigito, la dottoressa ha eseguito una radiografia dalla quale si evince che le radici non hanno subito traumi e poi mi ha consigliato: "terapia con ozono per abbattimento della carica batterica in conservativa e nelle amelogenesi imperfette; pulpotomia su dente deciduo: apertura della camera pulpare, amputazione coronale della polpa ed otturazioni ad una o due superfici del cavo pulpare su dente deciduo".
Vorrei chiedere se questo intervento potrebbe essere doloroso (per far sì che il bimbo non si spaventi, in un ottica di future visite) e se è strettamente necessario (considerando l'età dovrebbe essere in procinto del cambiamento dei denti da latte); non ragiono in virtù del "tanto sono denti da latte che cadono", anzi !, soltanto per il fatto che siamo prossimi all'eruzione dei permanenti.
Ringrazio fin d'ora.
Cordialmente

[#1]  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
il consiglio di curare il dente con la polpa necrotica è sicuramente da seguire, ovviamente non sappiamo a che punto è l'eruzione del definitivo corrispondente che potrebbe erompere a 6,7,8,aa.
onestamente non capisco il senso dell'amputazione della polpa necrotica come concetto in quanto se necrotica va asportata in toto e non parzialmente come definisce la pulpotomia
in definitiva un dente decidua va curato come undefinitivo e se la polpa è necrotica va asportata in toto e sostituita con materiale riassorbibile
per il resto non conoscendo la situazione dentaria non posso esprimermi
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2]  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
La terapia va eseguita in questi termini solo se il tempo residuo del dente deciduo supera i 6-8 mesi. Dalla età di suo figlio la permuta non dovrebbe essere lontana, in ogni caso basta fare una rx endorale per controllare. Se l'esfoliazione è predicibile entro i 6 mesi, qualsiasi terapia di questa entità è "inutile". Basta tenere il dentino sottocontrollo in modo da evitare una infezione con conseguente ascesso.
Cordialmente
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.