Utente 873XXX
Salve. Io avevo un problema di denti storti dovuto al fatto che il mio palato è piccolo ed i denti del giudizio crescevano stesi, spingendo gli altri. Dopo aver fatto la tac il mio dentista mi ha tolto tutti i denti del giudizio, ed in seguito mi ha metto un apparecchio per allargare il palato ed uno per raddrizzare i denti. L'ho portato per qualche anno con ottimi risultati. Alla fine del trattamento mi ha dato un apparecchio mobile trasparente che mi ha detto di portare il più possibile(20 ore su 24 senza fare pause troppo lunghe), e che mano a mano nel tempo ne abbasserà le ore di utilizzo, per non far spostare nuovamente i denti. Purtroppo nella notte o nei giorni in cui sono agitata(essendo universitaria nei periodi di esame) mi accorgo di stringere molto i denti sull'apparecchio, che nel tempo si è rigato. Oggi purtroppo si è spezzato in due!!!!!riesco ancora a metterlo in bocca e rimane fisso, posso continuare così o è meglio cambiarlo?non vorrei proprio rovinare il risultato raggiunto..purtroppo però, ora come ora siamo in un periodo di difficoltà economiche, quindi non vorrei chiedere ulteriori sacrifici ai miei genitori..sapete quale può essere il costo per farselo rifare??? Il calco dei denti dovrebbe gia averlo, per quanto riguarda ill materiale mi ha detto che non era ceramica, ma una plastica termo sensibile, che con il caldo si modella avvertendomi di non lavarlo mai in acqua calda).

Grazie!!

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Gentile utente, se l'apparecchio di contenzione si è rotto è necessario ripararlo (se possibile) o farne uno nuovo.
Da quello che ci racconta probabilmente si tratta di una contenzione ottenuta da resina termostampata,se è così il costo è molto contenuto.
Sempre dal suo racconto emerge che in periodo di stress tende a serrare e/o digrignare i denti soprattutto nelle ore notturne. Questa attività parafunzionale che probabilmente è alla base della rottura della sua contenzione potrebbe rendersi responsabile oltre che di futuri nuovi problemi ai dispositivi ortodontici di contenzione che si allestiranno, anche di più importanti implicazioni a carico delle articolazioni temporo-mandibolari.
Parli di questo suo problema con l'ortodontista (se si occupa anche di gantologia) e valuti insieme a lui se e come intervenire. Magari, se ciò fosse realizzabile,una possibile soluzione potrebbe essere quella di realizzare un bite che assolva sia la funzione di contenzione ortodontica sia di stumento terapeutico per il trattamento del suo bruxismo.
Cordiali saluti
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#2] dopo  
Utente 873XXX

Innanzi tutto la ringrazio per la tempestiva risposta! Secondo lei, all'incirca quanto potrebbe costare il rifare l'impianto?navigando un po' su internet(cosa che so non esser mai sicura) ho letto che potrebbe anche chiedermi 300 euro O.O ..spero proprio di no..appena posso comunque chiedo anche per il problema della stretta dei denti..

[#3] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
"quanto potrebbe costare il rifare l'impianto?" l'impianto è un'altra cosa, lei deve rifare un apparecchio di contenzione.
Non saprei quanto potrebbe chiederle, ogni studio dentistico ha i suoi prezzi e ci son grandi differenze anche da regione a regione e da città a città quindi non saprei dirle lì da lei quanto si spende per una contenzione termostampata.Forse anche meno della cifra da lei indicata.
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it