Utente 551XXX
salve a tutti.
vorrei chiedervi un parere: da circa un anno, mi compare periodicamente una pallina sulla gengiva, in corrispondenza del molare superiore dx, una pallina di diametro 2-3 mm.
all'inizio era molto più grossa e provocava anche l'ingrossamento della gengiva sottostante, avevo l'impressione che fosse cresciuto l'osso di sotto e che non fosse solo una cosa superficiale. subito mi son fatto vedere dal mio dentista, anche perchè a volte era dolorosa, ma mi ha detto che nn era nulla di preoccupante, nn mi ricordo nemmeno la diagnosi...forse aveva parlato di fistole. cmq poi mi ha fatto la cura canalare del dente vicino, che era già molto cariato e ha detto di vedere come si comportava la gengiva in seguito.
a distanza di un anno circa in effetti la gengiva nn si è più ingrossata, non ho più la sensaz di avere un osso che cresce sotto la pelle, ma a volte mi ritorna la pallina, senza alcun dolore e molto più piccola di un anno fa. io non resisto e la spremo, con la lingua o schiacciandomi la guancia col dito da fuori, senza toccarla con mano. lo so che probabilm è sbagliato, ma io nn resisto e lo faccio sempre...esce un po' di sangue, ma nn mi dà alcun dolore.
volevo sapere se è normale che continui ad apparire tale pallina e se farei meglio a non spremerla...
aggiungo che curo molto l'igiene orale, con filo, scovolino e colluttorio, oltre alla normale pulizia con spazzolino.
il dentista, dopo aver fatto un'altra radiografia poco fa, mi ha confermato che radiologicamente vede che la situazione sta regredendo, ma vorrei qualche conferma!

grazie,
saluti!

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
La pallina di cui parla altro non è che l'espressione di una patologia cronica. Bisogna stabilire se di origine parodontale o dentale,e quindi intervenire di conseguenza. Il fatto di "spremerla" no pregiudica nulla. Deve solo far intervenire il suo odontoiatra di fiducia in modo da eliminare questa patologia.
A presto
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#2] dopo  
55759

Cancellato nel 2011
Buongiorno,
concordo pienamente con il giudizio del mio collega. la "pallina" a quanto evinco dalla sua descrizione è il tragitto fistoloso di un'infezione che "scarica" all'esterno, segno evidente di un processo cronico o parodontale o endodontico. Il suo odontoiatra di fiducia risolverà la patologia nel modo più opportuno, non si preoccupi. Cordialmente.

[#3] dopo  
Utente 551XXX

vi ringrazio molto per le risposte!
allora attendo la prox visita dal dentista!

saluti

[#4] dopo  
Dr. Matteo Erriu

24% attività
0% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
IGLESIAS (SU)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile utente, a quanto detto dai colleghi aggiungo solo il consiglio di verificare che il suo dentista abbia competenze adeguate in parodontologia, in alternativa le consiglio un consulto presso un Parodontologo (può travarne presso il sito www.sidp.it).

Cordiali saluti.
Dr. Matteo Erriu

[#5] dopo  
Dr. Dario Spinelli

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
BARI (BA)
SANTERAMO IN COLLE (BA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La pallina è un piccolo accumulo di pus che drena all'esterno, appunto attraverso una fistola.
L'origine può essere in un piccolo focolaio infettivo che ancora residua nella radice del dente devitalizzato, oppure in un'infezione del tessuto di sostegno del dente (parodontale).
Verifichi dal suo dentista
Dr. Dario Spinelli
Odontoiatra Specialista in Ortodonzia e Gnatologia
www.ortodonzia.bari.it
www.ildentistaperibambini.it