Utente
Buonasera, un paio di giorni fa ho avvertito fastidio al penultimo molare in alto, come se avessi un corpo estraneo attaccato al dente. Guardandomi allo specchio ho notato nella parte alta del dente vicino alla corona uno strato più spesso giallino grattando lievemente con l'unghia si è staccato e ora sembra che manchi una porzione di dente. Al momento non mi fa male (per scrupolo evito di masticarci sopra, anche se ho provato e non sento nulla) ma dal dentista riuscirò ad andarci fra una decina di giorni. Stasera ho un po' di nevralgia alla gengiva. Siccome fra due giorni parto per le ferie vorrei stare tranquilla o almeno avere un vostro parere.
Grazie fin da ora

[#1]  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
E' possibile che su quel dente fosse presente un cospicuo deposito di tartaro che si è in parte staccato. Ovviamente la mia e' solo un'ipotesi e comunque viste le problematiche dento-parodontali che possono conseguire ad una carente igiene orale con formazione di così importanti depositi di tartaro, sonni proprio tranquilli non li dormirei neppure si trattasse solo di questo. Fossi in lei mi sentirei più tranquillo dopo una visita odontoiatrica ed eventuale seduta (o sedute) di igiene orale professionale sicuramente da programmare prima delle ferie estive.
Cordialità
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra specialista
enzodiiorio@hotmail.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la Sua disponibilità. Ho già prenotato la visita dal dentista per il 28 luglio. Nel frattempo posso adottare qualche particolare accorgimento?
Grazie fin da ora è buona giornata.

[#3]  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
L'unico consiglio che le se può dare e' decidere di iniziare a occuparsi della sua igiene orale in maniera più consapevole.
I denti van lavati 3 volte al giorno in maniera corretta utilizzando anche il filo interdentale ed e' necessario sottoporsi a sedute di detartrasi da programmare con una periodicità tale da non consentire più che accada quello che ci ha raccontato in questa richiesta di consulto del 2012: https://www.medicitalia.it/consulti/odontoiatria-e-odontostomatologia/324822-problemi-alle-gengive.html

La salute orale e' importante e spesso lo si scopre quando la situazione e' ormai compromessa. Lei è giovane, non faccia questo errore.

Cordialmente
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra specialista
enzodiiorio@hotmail.it

[#4] dopo  
Utente
Gentile dottore le riscrivo a distanza di un paio di settimane. Martedì ho effettuato la visita dal dentista. Fortunatamente il dente era integro ed era "solo tartaro". Ora ho preso più consapevolezza e sto effettuando ogni giorno una scrupolosa igiene orale, compreso il filo interdentale. Proprio su questo ultimo aspetto avrei bisogno di un consiglio: a volte il filo non entra proprio fra i due molari in fondo. Proprio non passa, e quando desisto ho come in bocca la sensazione che i denti si siano spostati, ma poi passa. Cosa potrebbe essere? Grazie e spero in una Sua cortese risposta

[#5]  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Esistono dei nastri interdentali che son più sottili dei comuni fili, provi ad utilizzare quelli.

Cordialità
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra specialista
enzodiiorio@hotmail.it

[#6] dopo  
Utente
Grazie mille per la Sua disponibiltà. Le chiedo un ultimo consiglio, lavando i denti (ho dovuto cambiare lo spazzolino da setole medie come mi ha indicato il dentista a quello di sempre a setole morbide perché mi dava troppo dolore alle gengive), ho dolore al bordo della gengiva del canino dx, toccandola con il dito o comunque lavando i denti sento dolore. Sto facendo degli sciacqui con colluttorio ma sento proprio male. Il bordo non sembra arrosato, ma il dentista non vi ha dato molta importanza.