Utente
Buongiorno, soffro da tempo di questo problema notturno che sta cominciando a essere pesante per la mia compagna, per me solo quando mi sveglia a calci :-),
ho letto che è possibile risolvere almeno temporaneamente il problema con delle protesi che però dato il duro momento mi è impossibile acquistare, come mi è impossibile fare una visita specialistica per capire da dove deriva il problema dentale. Esistono altre soluzioni almeno temporanee per non digrignare i denti la notte? Vi ringrazio

[#1]  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
Buongiorno
Il bruxismo é un problema multifattoriale, con evidenti aspetti psicologici: più si é stanchi e stressati più si bruxa. Ma non tutti gli stressati bruxano; segno che ci vogliono anche altre componenti.
Altra concausa é il sonno disturbato, in particolare da problemi respiratori: le risulta di russare di notte e di andare in apnea con risvegli bruschi?
Anche se attualmente il suo ruolo è stato ridimansionato, anche un'occlusione dentaria scorretta, con uno o più "precontatti", é un'altra componente importante, e assai diffusa : il Sistema Nervoso Centrale percepisce che tra i denti c'é qualcosa che non va, e cerca di eliminarlo sfregandoli continuamente, cioé appunto bruxando: in realtà questo causa da un lato l'abrasione di tutte le superfici masticatorie, dall'altro una continua attività dei muscoli connessi alla mandibola, che non "riposano" mai, nemmeno di notte.
Sarebbe necerssario affrontare globalmente il problema, ma se la situazione non lo consente, una soluzione di minima é quella di applicare di notte un dispositivo che si interponga fra le arcate dentarie antagoniste e ne impedisca l'abrasione.
Ne parli con il suo dentista.
Cordiali saluti
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.bettega-bernkopf.it
bernkopf@bettega-bernkopf.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la pronta risposta. Quindi se ho capito bene intanto potrei eliminare la sera caffè e sigarette e bermi una camomilla che forse potrebbe aiutare contro lo stress che è presente in dosi massicce ultimamente

[#3]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Qui le do delle informazioni abbastanza compolete sul bruxismo:

www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1363-bruxismo-diagnosi-terapia.html

In sintesi, comunque, esistono due forme principali di bruxismo notturno:

Serramento, a prevalente origine psicosociale silenzioso.
Digrignamento, a prevalente origine neurologica, rumoroso.
Esistono naturalmente forme miste, forse la maggioranza dei casi.

Minimo se non nullo è invece il ruolo dell'occlusione dentale.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#4]  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
https://www.medicitalia.it/minforma/odontoiatria-e-odontostomatologia/699-bruxismo-come-riconoscerlo-e-come-affrontarlo.html molti studi associano il bruxismo anche ad altro e trovo che il modo di affrontare il problema sia sottovalutato da tutti.
https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum