Utente 362XXX
Salve,
ho 26 anni, da più o meno una settimana ho effettuato un operazione ai denti del giudizio, "rimozione di tutti e quattro i denti in anestesia totale".
Subito dopo l'operazione ho notato un'insensibilità al labbro inferiore destro che scende fino quasi al mento, alla gengiva inferiore destra e un'insensibilità alla lingua (localizzata principalmente sulla punta).
Il dente su quel lato era piuttosto difficile, era orizzontale e molto vicino al nervo inferiore (nervo alveolare mi pare che si chiami).
So che queste insensibilità possono essere temporanee o ahimè anche permanenti.

Vorrei sapere nel corso dell'operazione cosa può essere successo per arrivare a questa situazione?
Tra qualche giorno andrò alla visita di controllo e ne parlerò direttamente con il medico però mi piacerebbe avere anche i pareri di voi esperti.

Altra domanda. Nel caso di insensibilità temporanea, dopo quanto tempo in media si riacquista sensibilità?

Faccio notare che in questi giorni mi è capitato diverse volte di sentire come delle scosse venire dal labbro inferiore destro (dei formicolii), può essere che si stia piano piano riprendendo?
Non noto però (almeno apparentemente) nessuna riduzione dell'estensione della zona insensibile.

Ci sono cose che si possono fare per aiutare la guarigione?
Es: esercizi per la bocca?

Ultima domanda. Magari non subito, ma in caso di permanenza di questa situazione può essere utile assumere "farmaci neurotrofici" al fine di aiutare la guarigione?

Grazie in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Mirco Di Biase

36% attività
16% attualità
16% socialità
MONZA (MB)
GESSATE (MI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
durante interventi chirurgici complessi come le estrazioni dei denti del giudizio in inclusione, spesso il trauma che viene a verificarsi nelle fasi operatorie che comprendono asportazioni di tessuto osseo per liberare e facilitare l'estrazione o la separazione della corona dentale dalle radici, può provocare lievi lesioni al nervo se questo viene compresso o spostato per permetterne l'isolamento e la sua messa in sicurezza. L'eventuale perdita di sensibilità come da lei descritta è molto probabilmente temporanea ed il periodo di ripristino della normale sensibilità va da 3 a 6 mesi a seconda dell' estensione traumatica in corrispondenza del nervo o dei nervi e dalla lesione che hanno subito. A volte una leggera parestesia può avvenire in seguito alla somministrazione di un’anestesia tronculare per lesione o compressione di alcune fibre nervose. In questo caso, solitamente la restitutio ad integrum avviene nel giro di giorni o al massimo di qualche settimana.
Inoltre è possibile facilitare la riparazione della guaina protettiva che avvolge le fibre nervose attraverso la vitamina b12 che deve essere prescritta in corso di visita di controllo dal suo medico di fiducia. Cordiali saluti.
Dr. Mirco Di Biase
Odontoiatra e protesista dentale. Consulti di carattere informativo mirco_db@libero.it

[#2] dopo  
Utente 362XXX

Grazie per la rapidità nella risposta!

Quindi non ci sono esercizi che si possono fare per favorire la guarigione?

[#3] dopo  
Utente 362XXX

E ancora una cosa... quei formicolii che sento ogni tanto provenire dal labbro possono essere sintomo di guarigione del nervo?

grazie

[#4] dopo  
Dr. Mirco Di Biase

36% attività
16% attualità
16% socialità
MONZA (MB)
GESSATE (MI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2014
Il formicolio e il segno clinico che indica un disturbo nella trasmissione dell' impulso nervoso che si verifica con le modalità prima descritte, mentre gli esercizi servono soprattutto in corso di riabilitazione articolare e ripristino del trofismo muscolare. Nel suo caso bisogna attendere la riparazione delle guaine che rivestono le fibre nervose. Cordiali saluti.
Dr. Mirco Di Biase
Odontoiatra e protesista dentale. Consulti di carattere informativo mirco_db@libero.it