Utente 295XXX
Salve a tutti,
sono un ragazzo di 24 anni. Nel novembre scorso (26/11/2015) sono stato sottoposto dal mio dentista ad un intervento di implantologia osteointegrata bifase (non sono sicuro sia la dicitura esatta, il senso è che mi è stata messa la vite e poi ricoperta con le gengive) riguardante l'incisivo laterale sinistro dell'arcata superiore. Lo scorso giugno (08/06/2016) l'impianto è stato "scoperto" e a controllo visivo e radiografico il verdetto è stato di un impianto perfettamente integrato. A questo punto mi è stato inserito il moncone (da questo momento in poi tutti i giorni uso un gel protettivo "curasept 0.5%") ed è passato un altro mese, e solo a quel punto (siamo a metà luglio) mi è stato messe un dente provvisorio (penso solo per ragioni estetiche ma non ne sono sicuro). Tutto andava bene e non avvertivo fastidio alcuno, soprattutto quando questo provvisorio mi è stato avvitato.
Ad inizio settembre sono ritornato a visita dal dentista, il quale ha deciso di svitare di nuovo il provvisorio per pulirlo e controllare la zona, ma a quel punto durante la fase di "avvitamento" ho avvertito dolori fortissimi alla gengiva al punto che non riuscivo a stare fermo sul lettino. Finita questa operazione, me ne torno a casa e, passato il dolore, noto che questo dentino provvisorio ha una certa mobilità (chiaramente penso che il mio dentista se ne fosse accorto di non esser riuscito ad avvitare del tutto, ma non è un tipo molto comunicativo). Fatto sta che ieri mattina ritorno per una visita, e lui, notando ancora questa leggera mobilità, insiste con l'avvitare il dente procurandomi altro dolore e quindi arrestandosi quasi subito.
A questo punto la sua idea è quella di praticare un po' di anestesia per avere la possibilità di lavorare nella zona senza che io possa provare dolore e controllare lo stato dell'impianto, e non ha escluso che possa essersi "perduto".
Ora, io so che un controllo di persona è fondamentale in questi casi, ma alla luce di quanto vi ho scritto, sapete dirmi cosa potrei avere? O almeno se voi vi comportereste come il mio dentista o scegliereste un altra strada? Mi servirebbe un vostro parere perché così potrei affrontare con più consapevolezza questa situazione.
Vi ringrazio in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, purtroppo i sistemi implantari di riabilitazione dentale non sono privi di complicanze, anzi ce ne sono moltissime che sfuggono alla letteratura perchè alcuni odontoiatri tendono a tenerseli in un cassetto, pubblicando e pubblicizzando solo i successi.
Nel suo caso il dolore violento durante l'avvitamento del moncone non è un buon sintomo, concordo con il suo odontoiatra che c'è la possibilità di perdita di questo impianto, per perdita di stabilità primaria; come lei ben sa, il tutto ora deve essere rivisto, sperando di poter procedere ancora con la riabilitazione implantare, ma può stare tranquillo che le rimarrà sempre la possibilità di una riabilitazione protesica tradizionale, che in alcuni casi purtroppo avrà dei costi biologici maggiori.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 295XXX

Innanzitutto la ringrazio dott. Ruffini per aver risposto. Ci tengo solo a sottolineare un aspetto, se provo a caricare il dente provvisorio "di punta" il dolore non si presenta assolutamente, il problema si presenta solo se lo spingo contro le gengive che lo circondano , in particolare contro quel lembo che lo separa dall'incisivo frontale sinistro. Questi può contare?
Seconda domanda, è possibile che un impianto perfettamente riuscito a giugno, risulti fallito a settembre? Nonostante io abbia eseguito una corretta igiene orale?
La ringrazio di nuovo.

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Per perfettamente riuscito a giugno, probabilmente significa che l'intervento era andato a buon fine con una stabilità primaria dell'impianto. purtroppo la possibilità che a settembre sia fallito è da contemplare anche con un igiene orale corretta.
Alla prossima visita con Rx e anestesia avrà la risposta se c'è stato fallimento.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/