Utente 425XXX
Salve a tutti e grazie per l'attenzione.
Sono un ragazzo di 25 anni, in salute senza alcun problema rilevante. Dall'altra sera ho iniziato ad aver un fastidio al'arcata superiore dentale, incisivi, ma il dolore diciamo che è interno, nel palato e nell'osso alla fine del naso che poi si irradia ai denti. Non ci diedi piu di tanto peso, pensai forse un colpo di freddo ma era un dolore brutto come avessi preso una botta al naso. Il giorno seguente al risveglio il dolore persisteva ma appena faccio colazione mi passa, se bevo qualcosa pure e anche quando mi sono lavato i denti, cioè potrà sembrare stupido ma quando qualcosa che sia caldo o freddo o tiepido è indifferente avvolge l'arcata superiore frontale mi passa il fastidio. in ogni caso a pranzo di ieri decido di prendere una bustina Okitask da 40mg e il dolore mi passa completamente. Stamattina al risveglio non avevo nulla, un po di intorpidimento mi alzo e il dolore ricomincia, sono un po ipocondriaco in genere ma nulla di eclatante, però mi ero alzato con la paura che tornasse il dolore ed eccolo la! le gengive sono sane, rosa, non sanguinano, quando mangio, bevo, mi spazzolo i denti il fastidio passa completamente.
Ora visto che sono fuori sede per un 15 giorni appena torno prenderò appuntamento con il mio dentista, nel frattempo cosa mi consigliate? di provare con un antinfiammatorio tipo Oki per un po di giorni e vedere se passa? di andare al pronto soccorso e chiedere di fare dei raggi o altri esami diagnostici?
preciso che non ho altri sintomi associati, dolori ad altri denti, ad altre parti del corpo o del viso, febbre o altre sintomatologie associate, mi sta solo venendo un po di nervosismo perchè questo dolore, non fortissimo, è pero continuo con fasi in cui aumenta e altre in cui sparisce completamente.
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Il pronto soccorso non serve per queste forme che apparentemente non hanno carattere di urgenza, potrebbe sentire il parere di un odontoiatra della zona o rivolgersi a una guardia medica.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 425XXX

grazie per la gentile e tempestiva risposta, essendo che a vista non si nota nulla di anomalo sarebbe meglio se mi rivolgessi ad un odontoiatra che mi può fare lui stesso un ortopanoramica per capire da dove è originato il problema?

[#3] dopo  
Utente 425XXX

aggiornamento
ieri sera con la lingua toccando dietro agli incisivi ho sentito tipo un rigonfiamento, allora non riuscendo a vedere ho fatto un video con il telefono e dietro agli incisivi c'e tipo una bolla rossa allungata, non dura al tatto, quando la premo con la lingua manda tipo delle scosse fino alla punta del naso e agli zigomi, un dolore lieve tipo bruciore nella mascella. dolore che sparisce dopo un po se tengo premuto.. facendo ricerche ho scoperto che si tratta della papilla retroincisiva, ora io non ho problemi gengivali e ho fatto la pulizia dei denti qualche mese fa ed era tutto ok. stamattina ho notato che la lavandomi i denti spazzolando in quella zona questa vescica credo si sia rotta e sgonfiata e la zona si è tipo anestetizzata, per poi tornare alla normalità.
pensandoci bene la sera quando poi si è manifestato il tutto, giovedi sera, ho mangiato un pezzo di salame nel quale era presente un pepe duro che mi si è andato a conficcare proprio dietro gli incisivi provocandomi un dolore sul momento, poi passato e che avevo quasi dimenticato.
ora essendo che non ho molto tempo i prossimi giorni per girare tra medici e odontoiatri, vorrei sapere:
1- questa patologia è grave e va controllata subito o generalmente ha un risvolto benigno nel breve periodo e posso farmi visitare quando torno dal mio dentista, visto che il dolore è sopportabile?
2- da chi dovrei farmi visitare? chi è lo specialista piu adatto per queste problematiche che credo vadano oltre l'aspetto odontoiatrico? un dentista con qualche qualifica specifica?
grazie

[#4] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Come detta l'OMS ci sono disponibili 15,20 giorni se non regredisce spontaneamente occorre visita presso un odontoiatra che si occupa di patologia orale dei tessuti molli.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#5] dopo  
Utente 425XXX

grazie per la risposta! siamo a tre giorni ormai e il dolore, tipo quello da tumefazione ma non forte direi sordo, si è spostato al naso e alla sua punta e va e viene a seconda dei movimenti e delle posizioni che assumo, esempio se poggio la faccia sul lato destro del cuscino il dolore aumenta, se sto in piedi pure, se mi siedo sparisce dopo un po.
in ogni caso credo che andrò subito dal medico di famiglia appena torno e vedrò che mi dice, se mi prescrive degli esami diagnostici e se non mi dovesse passare l'infiammazione alla papilla andrò pure da un odontoiatra come da lei specificato. grazie ancora

[#6] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
Appare un dolore di tipo dentale che richiede una visita ed un controllo radiologico.
Una eventuale terapia antibiotica può essere presa in considerazione.Ne parli con il medico curante.
Se li ritiene ci tenga informati.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#7] dopo  
Utente 425XXX

grazie per la gentile risposta.
Purtroppo sono fuori sede come già detto per alcuni giorni altrimenti non avrei neppure scritto qui e sarei andato in settimana dal mio medico per capire.
se il dolore dovesse persistere i prossimi giorni, cercherò un odontoiatra specializzato nelle patologie dei tessuti molli come mi è stato consigliato, anche se ormai questo dolore sordo si è spostato al naso che mi cola, tipo acqua.
in questo preciso momento, dopo essermi lavato i denti, non avverto alcun dolore, è come anestetizzato.
vi terrò informati