Utente 302XXX
Gentili e pazienti dottori, da quando 2 anni fa ho avuto un infarto e pertanto prendo PILLOLA PRESSIONE NORVASC, METOPROLOLO, PANTOPRAZOLO, CARDIOSPIRINA, ATORVASTATINA e a volte qualche goccia di ALPRAZOLAM al bisogno (causa ansia) ho riscontrato da più di un anno un'anomala crescita delle gengive sia in alcuni punti sia della arcata inferiore che di quella superiore . Mi chiedo se (come ipotizza il mio dentista) ciò sia la conseguenza proprio di questi numerosi farmaci quotidiani opputre sia dovuto ad altri motivi . Le gengive inoltre sanguinano spesso lavando i denti. Quale può essere a vostro avviso la causa ? E' una cosa grave ? Forse l'igiene orale non è regolarissima è costante ? (questo è vero in effetti...) oppure vi sono altre cause . E, soprattutto , quali potreebbero essere i rimedi ? ....
Ringrazio per l'attenzione. Buoina sera.

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, la sua cura farmacologica la ritroviamo in altre persone ma esse non presentano iperplasia gengivale.
Questa patologia può essere curata portando il paziente in un buon stato di salute, chiaramente il paziente dovrà essere motivato a collaborare e il suo odontoiatra dovrà essere dedicato alla parodontologia.
Nel suo caso la diagnosi di iperplasia gengivale chi la formulata? Non si tratta forse di malattia parodontale o altro?
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
il norvasc, che è tra i farmaci che assume, può essere responsabile della iperplasia gengivale che lamenta. Questa ostacola una corretta igiene ed è pertanto opportuna sia una valutazione anche di tipo chirurgico (rimozione dei tessuti iperplastici, laddove indicato,è agevole con il laser) sia una rivalutazione presso il suo medico curante dei farmaci che attualmente prende, prendendo in esami eventuali farmaci alternativi.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#3] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Anche a me vien da pensare ad un possibile ruolo del calcio- antagonista ( Norvasc) associato ad una nn corretta igiene orale, si faccia vedere da un dentista esperto nel gestire problematiche parodontali che le proporrà delle soluzioni che oggi con l'avvento della tecnologia laser posson esser meno invasive rispetto a qualche tempo fa. Ad ogni modo il ruolo dell'igiene orale resta centrale nel probleama..
Cordialità
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra specialista
enzodiiorio@hotmail.it

[#4] dopo  
Utente 302XXX

Ringrazio tutti Voi per le puntuali risposte