Utente 473XXX
salve,
martedi scorso mi hanno estratto due denti del giudizio inclusi.
L'operazione è stata abbastanza dolorosa e hanno dovuto forzare un pò per far uscire i denti.
Successivamente ho riscontrato nella guancia un rigonfiamento ( come se mi fossi morsicato, molto probabilmente, perchè c'erano i segni dei denti ). il problema è che, nella parte dell'estrazione, parte della guancia interna è nera , come se ci fosse del sangue morto ( visivamente è proprio simile alla rottura di una vena o di un capillare). Questa zona nera/violacea arriva fino ai canini della zona inferiore, sempre nella parte dell'estrazione. E' normale o devo preoccuparmi?
ps: questa zona comincia a riassorbirsi ma il processo sembra molto lungo

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Francini

28% attività
4% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
con tutta probabilità la zona nera che riscontra sulla guancia è un ematoma residuato dall'estrazione.
È un evento che si può verificare durante le estrazioni, a maggior ragione se complicate come sono appunto quelle relative ai denti del giudizio.
Non c'è da preoccuparsi perché a poco a poco dovrebbe lentamente riassorbirsi come del resto già sta facendo.
Cordiali saluti
Dr. Alessandro Francini
Messina
Risposta a carattere informativo, non diagnostico nè terapeutico

[#2] dopo  
Utente 473XXX

ne approfitto per chiederle un'altra cosa. è normale che , 6 giorni dall'estrazione, senta ancora un leggere fastidio ( simile quasi ad un bruciore) nell'arcata dell'estrazione?Soprattutto quando tengo serrata la bocca sento se i punti tirassero e il dolore aumenta

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Francini

28% attività
4% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
dopo soltanto 6 giorni è possibile che ancora ci sia un po' di fastidio o dolore o bruciore, vista anche la complessità delle estrazioni a cui si è sottoposto.
Ad ogni modo nel momento in cui verranno tolti i punti potrà far presente la cosa al suo dentista e se ancora rimarranno tali sintomi sarà lui stesso a individuarne la causa.


Cordiali saluti
Dr. Alessandro Francini
Messina
Risposta a carattere informativo, non diagnostico nè terapeutico