Utente 492XXX
Salve,
mia suocera accusa da diversi mesi bruciore e fastidio alla lingua che le impediscono di parlare e mangiare. Il bruciore si estende anche al palato. Non sente il sapore del cibo e quando assaggia qualcosa o beve bevande come il caffè dice di sentire una sorta di aggressione alla bocca e una sensazione di sabbia in bocca. Dopo varie visite specialistiche da vari otorinolaringoiatri che le hanno prescritto vari medicinali per la bocca secca che non hanno risolto nulla (anche perché la stessa dichiara di non avere la bocca secca perché ha una normale salivazione) le è stato consigliato di assumere fermenti lattici ed integratori (tra questi c'è anche il betotal forte) dicendole che probabilmente è un problema immunologico. Specifico anche che ha iniziato ad avere questo problema dopo essere guarita dalla brucellosi (infezione evolutasi in setticemia) per la quale è stata curata inizialmente con farmaci che non ha tollerato e che le hanno provocato problemi al fegato e poi con altri farmaci più tollerati che, a detta dei dottori, le hanno provocato un drastico abbassamento delle difese immunitarie.
Vorrei sapere se, secondo Lei, l'immunologo è la strada giusta oppure è meglio rivolgersi ad uno specialista stomatologo? Il dubbio ci sorge dal fatto che nonostante stia assumendo fermenti lattici ed integratori per "aiutare" il sistema immunitario non vede alcun risultato e la situazione non è affatto migliorata. I medici ai quali ci siamo rivolti non riescono a dare un nome al problema e non sanno cosa consigliarci. Stiamo procedendo a tentativi. Crede, inoltre, che il problema alla lingua sia collegato con la malattia che ha avuto?
Grazie per il tempo dedicatomi,
in attesa di Vostra risposta porgo i miei saluti.
Francesca

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Potrebbe trattarsi della Sindrome della bocca Urente o Stomatopirosi (Burning mouth syndrome). Condizione la cui causa e' sconosciuta e che si tratta spesso con farmaci antidepressivi.
Si faccia visitare dallo stomatologo che escludera' la presenza di lesioni orali. Un neurologo potra' esserle d'aiuto per la diagnosi e la terapia.
Se vuole puo' approfondire l'argomento a questo link
http://www.sanihelp.it/malattie/stomatopirosi.html

Cordiali saluti
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it