Utente 491XXX
Buongiorno, avrei qualche dubbio in merito ai tempi di guarigione in seguito ad estrazione dentale. Mi sto sottoponendo all'estrazione di 4 denti, causa sovraffollamento, per poi procedere con l'applicazione dell'apparecchio. Per ora ne ho tolti 3, e coi primi due ho avuto relativamente pochi problemi. Il terzo, invece, molare dell'arcata inferiore, mi sta obbligano a prendere almeno un paio di antidolorifici al giorno. La ferita non ha minimamente iniziato a guarire, ma nonostante ciò mi sembra pulita e in buone condizioni. Il problema è il dolore pungente e costante che provo ogni giorno. Mi chiedevo, è normale? Sono ormai passati 3/4 giorni dall'estrazione e con gli altri 2 denti estratti, non ho più avuto problemi di dolore dopo il secondo giorno. Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2014
Mi scusi, quali sono i denti di cui è stata prevista l'estrazione? Si tratta dei denti del giudizio?
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.studiober.com
giuliabernkopf@bettega-bernkopf.it

[#2] dopo  
Utente 491XXX

No, sono i quarti dell'arcata superiore e i quinti dell'arcata inferiore. Estratti per fare spazio in bocca per poter così mettere l'apparecchio ed allinearli.

[#3] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2014
Aveva scritto "Il terzo, invece, MOLARE (non premolare) dell'arcata inferiore,..." , assestandomi un colpo al cuore!
Penso che il suo disagio sia compatibile con il prosieguo dellintervento estrattivo, e passerà nei prossimi giorni. Altrimenti deve rivolgersi al suo dentista.
Cordiali saluti.
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.studiober.com
giuliabernkopf@bettega-bernkopf.it

[#4] dopo  
Utente 491XXX

Colpa della mia ignoranza nell'ambito, mi scusi! E anzi grazie mille per la risposta, ora sono più serena. Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2014
Leggo però in un suo precedente quesito che lei era (e probabilmente è) portatrice di un disordine dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM): cosa è stato fatto a questo riguardo ?
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.studiober.com
giuliabernkopf@bettega-bernkopf.it

[#6] dopo  
Utente 491XXX

Il dentista a cui mi sono rivolta (lo stesso che mi ha prescritto una RM delle ATM), dopo aver osservato le immagini dell'esame diagnostico mi ha assicurato che il disturbo lo avremmo potuto risolvere in seguito, mediante bite. Inizialmente aveva parlato di maxillo-facciale, ma dopo aver visto le immagini mi ha detto questo e che quindi avremmo potuto procedere con l'apparecchio

[#7] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2014
Mi scusin se riassumo le puntate precedenti. Il dentista, coadiuvato da ben due gnatologi, sospetta un disturbo cranio-mandiubolare. Viene richiesta una RM , che conferma la presenza di una incoordinazione condilo-meniscale (che probabilmente era diagnosticabile già con il solo esame clinico).
Questo problema, che aveva fatto addirittura ipotizzare una necessità chirurgica, pur confermato dalla RM non viene affrontato, ma si passa subito al trattamento ortodontico con 4 estrazioni: " ma dopo aver visto le immagini mi ha detto questo e che quindi avremmo potuto procedere con l'apparecchio...mi ha assicurato che il disturbo lo avremmo potuto risolvere in seguito, mediante bite".
In seguito quando? dopo la fine del trattamento ortodontico?
Non mi é chiaro il piano di trattamento: le suggerirei di farselo scrivere in tutte le fasi previste , giacchè credo lei abbia firmato un consenso informato senza aver capito bene a cosa ha dato il suo consenso.
Ancora una curiosità: soffre di cefalea , o cervicalgia, o vertigini, o problemi alle orecchie?
Cordiali saluti.
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.studiober.com
giuliabernkopf@bettega-bernkopf.it

[#8] dopo  
Utente 491XXX

Esatto, il problema riscontrato alla mandibola, mi è stato detto che potremo risolverlo in seguito al trattamento ortodontico. Problemi come cefalea, vertigini ed altro, non ne ho. L'unico fastidio me lo causa lo "scrocchiare" della mandibola, che però non è doloroso ma appunto solo fastidioso (nel senso che è strano non poter aprire la bocca senza che senta degli scrocchi. Il dottore in questione, che all'inizio aveva appunto fatto terrorismo psicologico in merito all'ipotetica opzione chirurgica, ha anche detto (se può essere utile) che la mia era una condizione che anche procedendo per maxillo-facciale, si risolve solo nel 2% dei casi. Per questo ha poi aggiunto che potremo risolverla e tenerla monitorata con bite, in seguito al trattamento ortodontico (che durerà un paio d'anni).
Ma devo preoccuparmi? Crede che il problema che ho alla mandibola, procedendo in questo modo, peggiori?

[#9] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2014
Quyalcosa mi sfugge.
Il problema articolare non vierne affrontato, e si effettua il trattamento ortodontico: quindi NON viene affrontato.
POI "potremo risolverla e tenerla monitorata con bite"
Non capisco: sarà il bite a risolverla?
Cosa significa tenerla monitorata? dopo la soluzione o rinunciando alla soluzione?
Lei ha di certo dato il suo consenso informato al trattamento: non mi pare abbia capito le informazioni, o forse non le ho capite io.
Cordiali saluti.
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.studiober.com
giuliabernkopf@bettega-bernkopf.it

[#10] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Continuo a non capire cosa centra il chirurgo maxillo-facciale e chi l'abbia interpellato.

Le abbiamo suggerito che le occorre uno gnatologo...

Ma ormai il percorso è stato avviato con le estrazioni, e non si può più rimettere i denti tolti al loro posto.

Le suggerisco (e ci ascolti questa volta) un parere gnatologico, NON chirurgico maxillo-facciale (che non serve a nulla se non c'è da operare) e neppure ortodontico (che non serve a nulla da sola se c'è da operare), E NON RISOLVE I PROBLEMI GNATOLOGICI.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#11] dopo  
Utente 491XXX

Lo specialista a cui mi sono rivolta È UNO GNATOLOGO. Dopo aver osservato la risonanza, mi ha detto (come avevate anticipato voi) che il problema NON era da risolvere per chirurgia. Mi ha proposto quindi di procedere con il trattamento ortodontico, per poi, una volta terminato, applicare un bite che aiuti il mio problema NON GRAVE di malocclusione. Di questo specialista mi fido, in quanto ho visto i risultati ottenuti su altre persone che conosco e che si sono rivolte a lui. Il disturbo di malocclusione che ho, non mi provoca alcun tipo di disturbo come mal di testa o altro. Il mio dentista di fiducia, che è una persona diversa dallo gnatologo che mi ha proposto questo percorso, si è dimostrato essere d'accordo col piano terapeutico. Io forse non mi so spiegare bene e da questo derivano tutte le vostre domande o dubbi, e vi ringrazio certamente per il supporto, ma quello che mi avete risposto mi ha messa un po' in agitazione perchè sembra non abbia fatto la scelta corretta accettando questo "percorso" propostomi. Spero di sbagliarmi perchè, come avete detto voi, ormai i denti li ho tolti e non posso riattaccarli. Cordiali saluti

[#12] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Non aggiungo altro se non che le linee guida internazionali prevedono prima la risoluzione dei problemi temporo-mandibolari e successivamente la eventuale finalizzazione ortodontica della " malocclusione".Mi spiace per lei ma non ha incontrato persone competenti.
Cordiali Saluti ed Auguri
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#13] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
L'ortodonzia non risolve i problemi legati all'ATM.
Mi dispiace.

Si può fare ortodonzia NONOSTANTE i problemi atm, prendendosi ovviamente i rischi di slatentizzare una sindrome algico-disfunzionale ad origine temporo-mandibolare.

Ormai però la strada è irrevocabilmente iniziata, e non resta che concluderla, sperando che i miei timori non si avverino.
Ma forse il collega, di cui lei ha piena fiducia, ha ben presente questi rischi e è sicuro di evitarli, tanto da ritenere superfluo informarla sulla possibile complicanza.

In bocca al lupo.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)