Utente 517XXX
Salve in seguito a un incidente in moto ho perso due molari il 26 e 27 verso Aprile faro un impianto.
Questo è accaduto circa 3 mesi fa e da allora tendo ovviamente a masticare nella maggioranza dei casi nella parte destra della bocca più un bruxismo di notte mi ha portato a circa una decina di giorni fa a una disfunzione atm: mal di testa, che si irradia leggermente nelle orecchie, nello zigmo a volte anche brevemente nella arcata inferiore rigorosamente sempre nella arcata sinistra, leggo che molti non riescono ad aprire la bocca ma io non ho di questi problemi e anzi masticando non provo assolutamente nessun dolore.
Informatomi della mia problematica mi sono rivolta da una dotoressa che era esperta in ATM non so se fosse gnatologa, in ogni caso non è stata in grado di dirmi la natura che ha scatenato questa mia costellazione di dolori ma mi ha confezionato un bite dopo aver ovviamente studiato la mia bocca ed aver perso tempo e aver fatto immagino uno studio su come adattarlo alla mia bocca, svincoli limature etc tipiche del suo lavoro. Beh nel giro di 4-5 giorni il dolore è scemato fino a scomparire.
A distanza di 9 giorni sto bene non ho nessun problema però ora mi Trovo in Peru' farò un viaggio di 2 mesi e mezzo in Peru e Messico e oggi per una mia svista mi hanno rubato lo zaino con dentro il mio bite, sono davvero in ansia per questa cosa.
Ho pensato di rivolgermi in uno studio qui a Lima e fermarmi qualche giorno fino a quando il bite non è pronto, però tempo che loro nemmeno conoscano cosa sia una disfunzione ATM e che mgari utilizzando un bite confezionato in modo grossolano senza capire il mio problema possa fare peggio che meglio.
Quindi non so se mi conviene aspettare e speare che non mi ritorni il male oppure cercare di spiegare la situazione a un medico qui in Perù e provare questo bite cosa mi consigliate di fare?

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, sentire il parere di un Odontoiatra peruviano potrebbe essere d'aiuto, nel frattempo rispetti l'articolazione evitando sforzi e avverta il suo odontoiatra dell'accaduto. Un periodo senza bite potrebbe essere sfruttato, per conoscere se c'è stato un rientro o un adattamento della disfunzione.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 517XXX

Grazie della risposta.
Che differenza c'è tra un rientro o adattamento della disfunzione?
In ogni caso al dottore peruviano nello spagnolo maccheronico che conosco, dovrei dirgli di costruire un bite rigido per problemi notturni dovuti al bruxismo?
Altra cosa esisterà il relativo omonimo in gnatologia in peru, oppure è una specialistica occidentale?

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Lei deve semplicemente raccontare all'odontoiatra straniero quello che è accaduto, poi sarà lui che deciderà il da farsi. Oggi anche gli odontoiatri peruviani sono laureati con università che collaborano anche con l'Italia e le pubblicazioni scientifiche di internet sono lette anche dai peruviani. Rientro significa che ha raggiunto lo stato fisiologico, Adattamento quando la patologia cronicizza e viene compensata in forma naturale.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/