Utente 340XXX
Salve a tutti sono un ragazzo di 21 anni.

Qualche giorno fa (3 o 4) ho iniziato ad avvertire del dolore acuto sotto la lingua subito dopo la guarigione spontanea di un afta che avevo avuto all'interno della gengiva (io soffro molto spesso di afte ne ho circa una ogni 15 giorni). Controllando il dolore ho visto una zona bianca e ho pensato ad un'afta.

Il dolore turtavia è molto più intenso di quello di un'afta anche se si comporta alla stessa maniera (se non sfrega non fa male) ma la cosa strana è che si è formata un'escrescenza leggermente ramificata e del tutto bianca oltre che estremamente dolorosa a qualunque movimento della lingua.

In contemporanea la punta della lingua si è leggermente gomfiata (la metà sinistra della punta, come se si fosse una piccola pallina) e presenta una macchia con contorni circolari e bianchi.

In aggiunta oggi mi sono spuntate quelle che sembrano tre afte all'interno del labbro, ma quella più formata sembrerebbe in rilievo, più simile ad un brufolo doloroso che ad un'afta.

A questo aggiungo che da giorni provo dolore al palato quando richiamo saliva alla bocca (sotto forma di fitte dolorose).

Da giovedì scorso sono in cura con cetirizina per curare una non ancora identificata manifestaziome di bollicine rosse pruriginose su tutto il corpo (lo dico per completezza d'informazione)

Aspetto che questi sintomi passino o mi rivolgo ad jno specialista, o al medico curante?

Vi ringrazio per la disponibilità!

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, deve rivolgersi a un Odontoiatra che si occupa di patologia orale, anche senza aspettare la diminuzione dei sintomi. Mi raccomando di abbandonare immediatamente fumo e alcol.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 340XXX

La ringrazio della celere risposta!

Purtroppo essendo uno studente fuori sede cono conosco medici qui in zona, mi perdoni la domanda sciocca ma potrebbe aver senso andare da un normale dentista e nel caso farsi indirizzare da lui?

Inoltre, so assolutamente che quanto ho detto non sia indicativo per niente e che niente può sostituire un esame oggettivo ma cosa potrebbe causare manifestazioni di questo tipo?

Devo escludere siano delle semplici afte e preoccuparmi sin da subito o come consigliato dall'OMS mi preoccupo se non si rimarginano in una decina di giorni?

Io sono quasi del tutto astemio (non bevo da mesi) e non sono un fumatore (se non per qualche occasionale sigaretta in compagnia ma raramente).

Grazie mille per la considerazione.

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Bene, certo se regredisce tutto in 10 giorni, non c'è da preoccuparsi, inizialmente un odontoiatra qualunque può andar bene, poi sarà lui eventualmente che l'appoggerà a un collega dedicato.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/