Utente 507XXX
Gentili dottori,
Il 13 di luglio 2018 mi è stata inerita una protesi singola (credo dente numero 4 dell’arcata suoeriore). Inizialmente il dottore pensava di ricorrere al protocollo di carico differito, tuttavia, vista la mia esigenza di avere l’impianto completato in breve tempo (risiedo all’estero e lontano dall’Italia) e valutate sia la qualità del supporto osseo sia la protezione offerta dai denti attigui, mi ha completato il lavoro con l’inserimento della corona nell’arco di un mese dall’inserimento della vite (tipo Branemark). Al fine di garantire una maggiore tenuta primaria il chirurgo hai usato una vite da 5 mm per un foro da 3 mm. Alla mia partenza mi ha raccomandato di masticare con cautela evitando di caricare la protesi per qualche tempo. Sono passati circa due mesi dal 13 luglio e finiro ho masticato dall’altro lato evitando ogni (volontario) carico. Premetto che non ho alcun fastidio e la protesi appare del tutto salda. Mi piacerebbe sapere quando potrò cominciare gradualmente e con cautela caricare la protesi. Ringrazio anticipatamente per il vostro tempo e aiuto. Cordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, le raccontano dimensione dei fori, tipo d'impianto che a lei interessa gran poco e non le danno indicazione su come ci deve comportare dopo un riabilitazione implantare a carico immediato? Le consiglio di scrivere all'odontoiatra che le ha inserito l'impianto, in modo da ottenere una risposta chiara scritta da poter rileggere; chieda le tempistiche chiare, perchè qualche tempo lo possiamo far variare tra qualche minuto a qualche decennio. Quali norme d'igiene quotidiana deve mantenere nel tempo? A quali controlli deve sottoporsi e quando devono essere eseguiti questi controlli? Vedrà che tutto le sembrerà più chiaro e soprattutto avrà un responsabile della risposta, che in internet non può trovare.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
È possibile caricare(masticare)sulla protesi implantare purché siano stati rispettati i protocolli previsti per il carico immediato,e a questo può rispondere solo chi ha progettato ed eseguito l'intervento.
Le allego un link informativo

https://www.medicitalia.it/blog/odontoiatria-e-odontostomatologia/258-implantologia-confronto-carico-immediato-differito.html


Se ha domande chieda

Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#3] dopo  
Utente 507XXX

Grazie molte per il riscontro tempestivo. Come ho scritto, l’odontoiatra che ha eseguito l’intervento inizialmente non aveva progettato di fare un carico immediato. Quando ho fatto presente la mia necessità (comunque prima che egli intervenisse) ha detto che avrebbe deciso in funzione della qualità del supporto. Dopo aver verificato la bontà dell’osso mi ha inserito un perno e circa un mese dopo quando la gengiva era guarita ha fissato la corona. La sua raccomandazione circa l’igiene orale (a cui faccio molta attenzione) è stata di proseguire con le mie abitudini. Riguardo al cairco mi ha detto che di base occorrebbe non caricare l’impianto per 3 mesi e mi ha consigliato di fare attenzione. Io non ho caricato per nulla (a meno di azioni involontarie di cui non mi sono accorto) per 2 mesi dall’inserimento della vite e vorrei capire se gradualmente posso cominciare a caricare la protesi (es. con cibi molli come patate bollite o pesce) piano piano. Mi rivolgo a questo servizio per la prima volta e lo faccio perché trovo molto utile ricevere pareri da diversi professionisti. Grazie.

[#4] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Quindi l'odontoiatria aveva definito una tempistica precisa, forse le aveva dato istruzioni precise sull'igiene e quando presentarsi ai controlli! Quindi il suo Odontoiatra risulterebbe un collega impeccabile, che nella sua domanda vieniva portato ad essere da me leggermente screditato e mi scuso con lui se fosse cosí. Ricevere pareri diversi in internet sulla propria salute, ponendo domande in un modo poco corretto, si rischia con facilità di avere una gran confusione, più che certezze.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#5] dopo  
Utente 507XXX

Gent.mo dott. Ruffoni,
non ho mai voluto mettere in dubbio la professionalità del suo collega. Se rileggerà il mio primo messaggio sotto questa luce vedrà che (a parte il fatto di non aver menzionato l'igiene) ho scritto le stesse cose del secondo messaggio. Il punto è che abitando molto lontano dall'Italia non mi è possibile eseguire visite di controllo dal dottore che ha eseguito l'intervento (peraltro in effetti non mi è stato detto quando dovrei fare un controllo...). Formulo la mia domanda in modo diverso. Visto che con la procedura inizialmente prevista (vale a dire carico differito) avrei ricevuto la protesi dopo tre mesi (e suppono avrei potuto caricarla dal quel momento), posso fare altrettanto anche se la protesi è stata inserita dopo un solo mese? Voglio dire: continuando a masticare esclusivamente sul lato opposto sino allo scadere del terzo mese potrò da lì in poi smettere e cominciare a caricare la protesi? Devo fare prima una visita da un dentista nel paese dove risiedo? Farò senz'altro la stessa domanda al dottore che mi ha operato però gradirei (sempre che sia possibile) ricevere un'altra opinione. rigranzio.

[#6] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Se l'impianto ha una buona stabilità primaria può essere caricato subito.
Riporto testualmente le parole di Formentelli
"....Un impianto appena inserito resta fermo nell'osso per dei fattori puramente meccanici (stabilità primaria), mentre alcuni mesi dopo resta fermo nell'osso perché osteointegrato (stabilità secondaria).
Si può applicare un carico immediato quando si stima che la stabilità primaria dell'impianto sarà in grado di resistere alle forze a cui sarà soggetto....."

Facciamo un'ipotesi:il suo caso era inizialmente programmato per un carico differito,ma la qualità dell'osso è ottimale(presuppongo lo sia alla sua giovane età)e pure la stabilità primaria ottimale,l'impianto pertanto può essere caricato subito


Un impianto caricato immediatamente “funzionalizza” l'osso, orientando le trabecole ossee nella giusta direzione, seguendo precise linee funzionali in relazione alle direttrici del carico masticatorio.É più o meno lo stesso concetto della protesi d'anca,che viene funzionalizzata precocemente.
A livello implantoprotesico l'unica accortezza è dare alla protesi una infraocclusione.
Comunque essendo ormai passati quasi i "fatidici"tre mesi, starei abbastanza tranquillo in quanto l'impianto sarà ormai osteointegrato.Esiste una verifica strumentale a supporto,l'Osstell,che misura la stabilità dell'impianto,che potrebbe essere eseguita in caso dubitativo da qualsiasi Collega Implantologo,anche all'estero.Come anche suggerito dal dott.Ruffoni,contatti pure il suo dentista alla luce delle informazioni fornitele.




Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#7] dopo  
Utente 507XXX

La ringrazio molto. Mi è utile sapere di questo test strumentale al quale eventualmente potrei sottopormi. Chiederò al dottore che mi ha inserito l'impianto se alla luce della sua conoscenza diretta del caso ritenga opportuno un test di questo tipo. Cordialmente.