Utente 478XXX
Salve, vi scrivo per ricevere, se possibile, un consulto. La mia ragazza, dopo circa due mesi di rapporti (anche non protetti), ha avuto una candidosi vaginale, regolarmente diagnosticata tramite tampone vaginale. Abbiamo effettuato entrambi un primissimo ciclo di terapia, effettuata prendendo sia io che lei 3 compresse di Fluconazolo, oltre ad ovuli vaginali per lei. Durante la cura ci siamo astenuti dall'avere rapporti.

Dopo aver debellato i sintomi - premetto che io non presento sintomi nell'area genitale - abbiamo avuto nuovamente rapporti, questa volta ovviamente protetti per cercare di contenere al massimo una possibile recidiva. Dopo due giorni dal primo rapporto dopo la cura, nuovamente si è ripresentata la Candida che è stata curata questa volta soltanto dalla mia ragazza. Di nuovo scomparsa di sintomi alla fine della cura, abbiamo riprovato ad avere rapporti (sempre protetti) e un giorno dopo di nuovo, un'altra recidiva.

Ho dunque effettuato a questo punto anche io una visita urologica che non mi ha però rilevato nulla di anomalo e lo immaginavo, avendo comunque preso il Fluconazolo e aver avuto da quel momento in poi solo rapporti protetti.

Ho però paura che la Candida sia diventata patologica invece nel mio cavo orale: oggi ho fatto più attenzione alla lingua ed effettivamente la trovo molto più bianca e con dei puntini rossi. I puntini rossi sono dislocati all'incirca a metà della lingua, mentre la patina bianca è dislocata prevalentemente nel terzo posteriore della lingua con una striscia bianca che continua sul solco mediale della stessa. La mucosa del resto della bocca, invece, si presenta di colore normale, senza nessuna anomalia.

A questo punto, è probabile che possa essere una Candidosi orale, escludendo per certo quella vaginale? Dal momento che le ho praticato sesso orale (ed escludendo qualsiasi contatto tra le mucose genitali, visti i rapporti protetti), è plausibile che una probabile Candidosi orale possa aver innescato nuovamente una recidiva di Candidosi vaginale nella mia ragazza oppure il contagio bocca-vagina non è possibile?

L'unico sintomo intestinale rilevante che mi porto dietro da un bel po' di tempo è una sensazione quasi perenne di vuoto allo stomaco e ho frequentemente borborigmi con intensità sonora abbastanza fastidiosa e a volte anche imbarazzante se mi trovo in luoghi silenziosi. Secondo voi, dunque, quello della Candidosi orale potrebbe essere un quadro abbastanza vicino alla realtà e potrebbe essere lei la causa delle recidive delle Candidosi vaginali, anche in base ai miei sintomi intestinali, oppure no?

Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
La candidosi orale ha dei segni molto caratteristici ed e'facilmente diagnosticabile. Il contagio oro-genitale e' possibile ma affinche' si instauri un quadro clinico di candidosi son necessarie delle concause, ad esempio un abbassamento delle difese immunitarie. I miceti del genere Candida son praticamente ubiquitari: si ritrovano cioe'nel cavo orale anche di soggetti sani ( non affetti cioe'da candidosi).
Si faccia vedere dal suo dentista ma e' certamente possibile per non dire probabile che quella patina bianca non sia una Candidosi ( puo' trattarsi ad esempio di una lingua saburrale patinata).
Cordiali saluti
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#2] dopo  
Utente 478XXX

Gentilissimo Dr. Di Iorio, ho effettuato una visita presso il mio medico di base che, dopo aver ascoltato la mia situazione, analizzando il cavo orale mi ha detto che ha notato una piccola placca sull'ugola e lingua effettivamente compatibile con una situazione di leggera candidosi orale. Non sono, per fortuna, un soggetto con immunodeficienza. Penso piuttosto che mi sia portato dietro una condizione abbastanza precaria del mio intestino e del mio cavo orale per troppo tempo e che in momenti di forte stress il tutto sia tornato a galla, non avendo mai curato la situazione patologica della Candida (perché anche in passato effettivamente ho avuto lingua bianca e disturbi intestinali, sintomi a cui non ho mai dato grandissimo peso).

Il motivo è semplice: mi è stato prescritto un breve ciclo di Mycostatin (4-5 Ml quattro volte al giorno, per 4-5 giorni) più Enterogermina 4 Mld (1 fiala al giorno per una settimana). Ho iniziato la terapia ieri pomeriggio ed oggi la lingua è molto più rosa rispetto a come l'ho effettivamente avuta in questi giorni (e in passato) e comincio a sentire lo stomaco molto più "rilassato" e senza quella fastidiosa sensazione di bolla d'aria nello stomaco. Non vorrei cantare vittoria né che fosse un effetto placebo, però la cosa mi fa ben sperare.

Detto ciò però avrei una domanda da porle: sospetto ovviamente che la mia ragazza sia stata contagiata anch'ella nel cavo orale, visto che non abbiamo ovviamente evitato di baciarci non conoscendo ancora la mia situazione orale. Dal momento che, come mi ha ben spiegato, la Candida può essere normalmente presente nel cavo orale senza dar luogo a patologie, vorrei sapere se l'antimicotico comunque va ad eliminare completamente la Candida e non solo quella patologica.

Questa domanda la faccio perché la mia ragazza deve ancora prendere tre compresse di Fluconazolo e vorrei sapere se queste andranno ad eliminare la Candida anche nel suo cavo orale (pur non essendo attualmente sintomatica in bocca) perché vorremmo evitare una volta per tutte di contagiarci nuovamente.. Oppure è consigliabile farle fare comunque degli sciacqui di Mycostatin (magari senza deglutire)? Gestire un'altra ricaduta sarebbe alquanto stressante per entrambi.

Grazie mille.