Utente 511XXX
Salve, ho 21 anni, ammetto di aver trascurato leggermente la mia igiene orale per alcuni anni da ragazza, e anche per problemi psicologici e personali non sono andata dal dentista per 2-3 anni in seguito alla rimozione dell'apparecchio: risultato, una decina di carie piccole da otturare, di cui solo una leggermente più profonda che ho trattato con anestesia, e sono state tutte otturate con amalgama, dello stesso colore dei denti. Da quel momento, circa 2 anni fa, ho curato molto meticolosamente la mia igiene orale, tant'è vero che il mio stesso dentista mi ha detto che è molto buona e che ho bisogno di una pulizia dei denti solo una volta l'anno. Nonostante ciò, mi sono comparse altre carie (2) negli ultimi mesi, all'ultimo controllo (circa un mese fa) il dentista mi ha rassicurato dicendo che sono piccole e che possono essere trattate senza problemi nei prossimi mesi, cosa che ovviamente farò.
Il mio problema è, è una situazione che riuscirò a gestire nel futuro senza problemi, con controlli frequenti dal dentista e con la giusta pulizia non solo personale ma anche professionale (una volta l'anno, o quando il dentista lo riterrà opportuno)?
Ho il terrore che le otturazioni possano saltare, o essere infiltrate da altre carie, o di giungere a situazioni più gravi quali devitalizzazione o estrazione... quindi mi chiedo, con i giusti controlli dal dentista, è una situazione controllabile? Considerando che la durata dell'amalgama, per quanto ne so, è di circa 5 anni
Inoltre, tutte le carie erano nelle posizioni di 1 e 2 classe, insomma non si vedono sulla superficie "esterna" dei denti esposti nel sorriso..quindi secondo voi, poichè il colore dei miei denti non è mai stato bianchissimo nonostante abbia fatto delle pulizie professionali, nonostante le varie otturazioni sarei idonea ad uno sbiancamento? è una cosa che vorrei fare nel futuro, specialmente per una questione di autostima nell'avere un bel sorriso
Vi ringrazio per le vostre risposte,
cordialmente

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissima utente, le otturazioni non hanno una durata ben precisa, per questo è consigliata la visita di controllo ogni 6 mesi. La prevenzione della carie è semplice, se è dettata da un igienista dentale, esso dopo aver visionato la sua bocca, le mostrerà le manovre corrette di igiene dentale domiciliare, evitando la carie in futuro e le spiegherà come rispettare una corretta dieta. Lo sbiancamento o meglio correzione della discromia dentale, potrebbe essere indicato anche nel suo caso, ma occorre una corretta e approfondita diagnosi della discromia.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 511XXX

Gentile dottor Ruffoni, la ringrazio per la risposta.
Credo di avere una buona igiene domiciliare (confermata dal mio dentista), secondo lei possono esserci cause genetiche o predisposizioni particolari alla formazione di nuove carie?
La cosa che più mi preoccupa è la presenza di tutte queste otturazioni, tenendole sotto regolare controllo medico è possibile non peggiorare la situazione negli anni a venire?

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Avere una buona igiene riscontrata occasionalmente dall'Odontoiatra, non è sufficiente per prevenire la carie dentale, occorre avere la corretta igiene dentale domiciliare quotidiana che è diversa da individuo a individuo, perché non esiste una bocca uguale ad un altra, inoltre la sola igiene, senza la corretta dieta e altro, non permette di prevenire la carie. Le cause della carie sono multifattoriali, ma è sempre prevenibile seguendo le istruzioni personalizzate dell'igienista dentale, per cui se vi sono predisposizioni o meno ha poca importanza. Negli anni a venire, qualora seguisse le istruzioni, lei non incontrerà altre lesioni cariose primarie o secondarie, le visite di controllo semestrali le confermeranno, la non presenza di nuova carie.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/