Utente
Salve,
ho subito un'intervento di ricostruzione ossea alla mascella per poter effettuare una successiva impiantologia ma, da due giorni ormai, ho perso la sensibilità della parte operata e del labbro. Volevo sapere, se possibile, se e quando riacquisterò l'uso della parte in quanto ora non riesco nè a bere nel giusto modo e ne tantomeno a mangiare.
Certo di un vostro cortese interessamento invio i miei distinti saluti.

[#1]  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
gent paziente
da quanto ha fatto l'intervento?
più tempo è passato più è sfavorevole il recupero e meno efficaci le terapie
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2]  
Dr. Alessandro Cappelli

40% attività
0% attualità
16% socialità
ASCOLI PICENO (AP)
AMANDOLA (FM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Certamente non e' un buon segno.
Non le era stata prospettata questa possibilita' prima dell'intervento?
Chieda a chi ha operato se si tratta solo di un interessamento temporaneo del nervo alveolare inferiore.oppure se durante l'intervento questo sia stato leso .
Talora sono conseguenze dell'intervento che in tempi non brevissimi possono regredire.
Dr. Alessandro Cappelli
Medico Odontoiatra- Master in Chirurgia Orale e implantologia avanzata
www.studiodontoiatricocappelli.it
www.drcappelli.it

[#3] dopo  
Utente
buonasera,
questo è il terzo giorno.
Purtroppo, il medico che mi ha operato mi ha visitato oggi e le notizie non sono rosee.
mi ha detto che ho perso l'80 per cento dell'uso della parte e che con un cortisonico potrò recuperare una minimissima percentuale di funzioni.
prima dell'intervento ho firmato un foglio ma questa controindicazione non la ricordo...ci avrei quantomeno riflettuto un pò di più sulla possibilità di rimanere offesa a vita.
grazie comunque e buon lavoro...spero questa esperienza possa servire a qualche altro paziente come monito!!

[#4]  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
la terapia cortisonica è indicata in questi casi e se la elsione è solo da trauma compressivo ma non da resezione il recupero potrà essere discreto
la terapia dovrà proseguirla però a lungo
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#5]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
E' uno degli inconvenienti di questo tipo di intervento.
E' d'obbligo metterne a conoscenza il paziente PRIMA dell'effettuazione dell'intervento perchè, come giustamente lei riferisce, avrebbe avuto il DIRITTO di pensarci con attenzione prima di sottoporsi all'intervento.

Potrebbe essere temporaneo, e risolversi totalmente nel giro di 5-6 mesi, potrebbe riscquistare in arte, o essere un danno definitivo.

Oggi non lo si può ancora sapere.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#6] dopo  
Utente
salve...
innanzi tutto vorrei congratularmi con voi e tutto lo staff che ha reso possibile l'essere di questo sito che trovo, a dir poco, grandioso per le possibilità che offre e per l'utilità che presenta,
inoltre vorrei ringraziare i medici che si sono interessati per darmi una risposta,
vorrei concludere con una domanda che riguarda sempre, purtroppo, il mio caso: c'è un modo per sapere ora se riacquisterò la sensibilità della parte?
come sempre ringrazio anticipatamente e invio i più cordiali saluti!!

[#7]  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gent Sig.ra
-il suo curante le può dire in funzione sull'eventuale traumatismo diretto o meno delle strutture nervose che pensa di avere determinato la possibile prognosi a lungo termine; infatti se è convinto di non avrele traumatizzate direttamente la prognosi sarà migliore se invece pensa che con gli strumenti abbia agito a contatto delle stesse la prognosi sarà decisamente più sfavorevole.
-purtroppo difficile per noi darle altre risposte se non che se il recupero iniziale nei primi giorni (10-15 ) sarà buono la prognesi sarà più favorevole mentre in assenza di modifiche iniziali è verosimile che anche a lungo termine non vi saranno importanti recuperi.
comunque per sciogliere la prognesi bisogna attendere alcuni mesi come le è stato detto
-non vi sono esami in grado di predire una volta effettuati le possibilità di recupero
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#8] dopo  
Utente
...un'ultima cosa, se possibile...
mi è stata assegnata una terapia di cortisone per i primi 3 giorni dopo l'operazione, dopo di che dovrò assumere la vitamina b12 che, dicono, va ad agire beneficamente sui nervi in generale.
volevo sapere cosa ne pensate voi?
grazie di tutto!

[#9]  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
purtroppo non è corretto modoficare le terapie senza conoscere bene la situazione
in linea generale se avessi una pazientre come Lei consiglierei la terapia cortisonica per un tempo maggiore
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it