Utente 141XXX
Salve egregi, non so se sono nel posto giusto, ma formulo comunque i miei quesiti. In sostanza mi è stato diagnosticato un lipoma intracutaneo a livello del fianco sx di circa 15x5 mm di d. ed un altro al livello del braccio dx sempre intracutaneo di ca.14x6mm. Ora, il mio quesito è questo, il medico che ha eseguito l'ecografia, mi ha consigliato di non fare nulla se non ho alcun fastidio e di non preoccuparmi assolutamente. Ma mi chiedo, ho 36 anni ed effettivamente il pensiero c'è. Quando devo cominciare a preoccuparmi ? Inoltre il medico che mi ha visitato, mi ha dato l'impressione che sia stato un pò rapido nell'eseguire l'ecografia, mi ha anche detto che potrei averne anche molti altri di lipomi sparsi per il corpo (cosa dovrei fare per avere certezze ?). Purtroppo anche a causa della rapidità del medico, non mi era venuto in mente di chiedere di analizzarmi anche un altra area del mio corpo, in quanto noto ormai da parecchio tempo un rigonfiamento grande quanto da stare su tutto il palmo della mano, non è eccessivo, ma a corpo nudo si nota. Non mi da dolore ne fastidio, il rigonfiamento si trova appena sotto l'ultima costola della gabbia toracia dalla parte sx e proprio sotto a questo rigonfiamento si presenta il lipoma. Ho notato, che in quel punto, questo tipo di rigonfiamento lo hanno le persone molto in sovrappeso, mi sbaglio ? Cosa ne pensa ? Mi consiglia un esame istologico ? Peso 84kg x 1,70 di altezza. Inoltre, mi permetto di chiedere una mia curiosità, in certi periodi dell'anno mi è capitato di riscontrare dei noduli sotto le ascelle, toccandoli, ora che ci penso, mi davano la sensazione come se fossere simili al lipoma che ho descritto, per grandezza e fastidio. I noduli sono scomparsi rapidamente dopo qualche giorno. Il lipoma e i noduli delle ascelle hanno qualche attinenza o sono due cose completamente diverse ? Posso sperare nella riduzione spontanea del lipoma ? Grazie infinite

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sotto le ascelle, soprattutto se scomparsi, avrà palpato dei linfonodi reattivi.

https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=40590

Se la diagnosi posta è attendibile , l'indicazione di non far nulla mi sembra corretta.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 141XXX

Grazie per l'attenzione dottore, non vorrei essere insistente, ma a proposito del rigonfiamento cosa ne pensa ? E' un cumulo di grasso concentrato o potrebbe essere altro. Granzie ancora, buon nuovo anno

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Mi dispiace ma la sua descrizione è troppo generica e senza una visita è impossibile apportare un contributo diagnostico utile.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com