Utente 181XXX
Spettabili Dottori,
se Vi fosse possibile darmi un Vostro parere su ciò che significa questa PET Total Body e quali passi possiamo effettuare per proseguire le indagini oltre alle ecografie indicate e soprattuto se la situazione è grave o affrontabile.

Scrivo per mia madre 64 anni. Riassumo brevemente la sua storia.

Tutto ha inizio circa 2 anni fa con la scoperta del fenomeno di Reynaud, e nel tempo di una connettivite indifferenziata e broncopatia restrittiva di tipo fibrotico. Dopo terapia con Medrol (parecchi mesi) e successivamente dromos atc: a16 aa01 per contrastare tale situazione (con un buon risultato), il reumatologo le ha prescritto una serie di marker tumorali per continuare le indagini.
E' venuto così fuori un solo valore alterato ma molto elevato. Il CA 15-3. Presso un laboratori addirittura di 264.3 mentre presso un altro di 80. In ogni caso comunque elevato. Aggiungo che, da agosto ad oggi, tali valori sono comunque leggermente scesi in entrambi i laboratori.
A questo punto sentito un oncologo, ci è stata consigliata la PET Total Body e quanto segue è il referto:
------------------------------
L'esame è stato effettuato a digiuno(glicemia 114) con tecnica PET/TC a 60 minuti dopo la somministrazione e.v. Di 18F-FDG.
Sono state acquisite immagini della distribuzione del tracciante di vitalità tumorale dalla base cranica alle pelvi per una durata di 20 minuti.

Sono state ricostruite sezioni tomografiche riorientate secondo un piano coronale e un piano sagittale (potere risolutivo della metodica: circa 5mm)

Questio clinico:Progressivo aumento del Ca 15-3 (264.3) in pz con fenomeno di Raynaud e xeroftalmia.

L'indagine ha evidenziato la presenza di patologico accumulo del tracciante in sede retro-angolo-mandibolare sinistra ed in sede ascellare destra, sia superficiale che profonda, in verosimile relazione a linfoadenopatie.
Tali reperti che sono caratterizzati da un indice matabolico lievemente al di sopra della significatività (SUV max 3.2 e 3.4) appaiono riferibili in prima ipotesi ad evento flogistico ma, non potendosi escludere altra natura, si consiglia approfondimento con esame ecografico e sorveglianza clinico-strumentale.
Null'altro da segnalare nei restanti distretti corporei esaminati limitatamente al potere risolutivo della metodica e alle caratteristiche biologiche del radiofarmaco.
------------------------------

Mia madre al momento si sente bene senza sintomi particolari da segnalare a parte la problematica polmonare che ha ridotto la capacità respiratoria come spiegato all'inizio.
Potreste darmi qualche suggerimento su come muoverci? Non sappiamo più davvero cosa fare. Dobbiamo allarmarci?
Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Potrebbe essere preso in considerazione un accertamento bioptico su entrambe le sedi captanti; inoltre una mammografia non sarebbe male.
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#2] dopo  
Utente 181XXX

La ringrazio molto dottore per avermi risposto. Ne parlerò con il dottore che segue mia madre il prima possibile.

Nel mio commento, avevo dimenticato di scrivere che mia madre a fronte del valore elevato della Ca 15-3 ha fatto immediatamente (prima della total body) mammografia ed ecografia. Entrambe risultate normali. Inoltre durante l'ecografia la dottoresa (oncologa) che ha visitato mia madre aveva individuato qualcosa sotto l'ascella ma ha detto che assolutamente non era nulla di preoccupante.
Non sapevamo nulla invece della questione mandibola come indicato nella total body. Abbiamo già fissato comunque nuovamente le ecografice per mercoledì prossimo.

Volevo chiedere un altra cosa se possibile. Come mai può esistere una differenza così ampia di valori tra due laboratori (80 contro 264)? Ed inolte, le malattie reumatologiche di mia madre (morbo di reynaud e connettivite) possono incidere su questi valori e provovare falsi positivi?

Ringrazio ancora
Cordiali saluti
Emanuele Perticarini

[#3] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Come mai può esistere una differenza così ampia di valori tra due laboratori (80 contro 264)?

DIFFICILE, MA NON IMPOSSIBILE; SOLITAMENTE, DATI I PRIMI DUE, CONVERREBBE UN TERZO CONTROLLO

Ed inolte, le malattie reumatologiche di mia madre (morbo di reynaud e connettivite) possono incidere su questi valori e provovare falsi positivi?

A VOLTE ALCUNI MARCATORI POSSONO MODIFICARSI DURANTE I PROBLEMI ANCHE DI TIPO FLOGISTICO. PERò IN QUESTO CASO IL VALORE è MOLTO ELEVATO E LA PET CAPTA. MI METTEREI AL SICURO
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#4] dopo  
Utente 181XXX

La ringrazio dottore per la sua gentilezza e chiarezza. Siamo molto preoccupati e speriamo in bene.
La saluto cordialmente