Utente 139XXX
Salve, faccio questo quesito dopo che 4 giorni fa la mia adorata mamma mi ha lasciato a 63 anni per un adenocarcinoma polmonare. Aveva fumato un pacchetto di sigarette al giorno per 40 anni. Ora, io, mia sorella (entrambi (32 enni) e mio padre (71 anni) abbiamo subito 30 anni di fumo passivo, in casa, anche se tutti non fumatori. Volevo chiedere come potere controllare la situazione, l'insorgere di un tumore anche in noi. Ogni quanto fare una RX toracica? O farne troppe è dannoso?
Mio padre soprattutto d'inverno è sempre stato soggetto a bronchiti, anche da giovane fin da prima di conoscere mia madre, lui dice per aver lavorato in una carrozzeria con molte vernici. Fa esami del sangue regolarmente controllando anche il PSA e gli esami vanno tutti bene e ha molta forza ed energia rispetto alla sua età. Prende una pillola per l'ipertesione dopo un'episodio di mini-ischemia che due anni fa lo ha lasciato sordo da un orecchio, e fa controlli cardiaci che finora hanno sempre dato esiti positivi.
Nella famiglia di mio padre non ci sono storie di tumori, anzi sembrano quasi totalmente assenti, a differenza della famiglia di mia madre, che nè è sempre stata piena.
Mia sorella ha avuto una bimba ma non ha potuto allattarla, questo aumenta le possibilità di tumore al seno?
Dei suggerimenti di prevenzione e controllo per diagnosi precoci? Io sono in ansia, perchè non vorrei più affrontare una malattia terribile come un tumore.

Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

Innanzitutto porgo le più sentite condoglianze per la perdita di mamma.

Il rischio dovuto al fumo passivo non è elevato. L'età giovanile peraltro e l'assenza di fumo attivo pone ulteriormente al riparo. Per il papà invece suggerirei una RX del torace annuale in due proiezioni. Numerosi suggerimenti di prevenzione oncologica sono reperibili sul mio sito www.ipertermiaitalia.it .

Un caro saluto
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it