Utente 275XXX
Buongiorno cari Dottori,
ho 69 anni vi scrivo per avere un consulto sulla mia diagnosi e sul mio quadro clinico poichè giudicato al momento non operabile o comunque con alti rischi durante l operazione, volevo avere un parere, ho iniziato da poco la seguente terapia bicarutamide ossobutinina-ditropan 50 mg capsula 1 al di, decapep tyl enalapril 3,70 mg 1 flacone ogni 4 settimane, sono in attesa della biopsia vescicale
ec addome sup e apparato urinario reni nella norma di regolare spessore<cisti corticali bilaterali di 3,5 cm in sede polare sup dex e 7,5 in quella sx non si rilevano RIFERIMENTI A FORMAZIONI LITIASICHE ne dilatazione delle vie escretrici urinarie in entrambi i lati.vescica scarsamente distese con grossolani mammelloni parietali a livello della parete supero lat dx e del pavimento in questa sede senza piano di clivaggio apprezzabile cn la prostata notevolmente aumentata di dimensioni. grossolana formazione cistica a contenuto corpuscolato in sede splenica cupola-poli inf di 8 cm.al esame obiettivo al ricovero la prostata risultava aumentata di voleme e multipli duro lignei al suo interno netta prevalenza del lovbo dx, mucosa rettale scarsamente scorrevole tracce di sangue
CISTOSCOPIA uretra pervia mucosa regolare collo vescicale rilevato ispessimento del trigono prevalente a dex con gettoni solidi a gettanti in vescica rivestiti da mucosa apparent normale TC ADDOME SUP ED INF senza mdc aumento volumetrico della prostata di aspetto disomogeneoper neo formazione che infiltra il retto e vescica che presenta spetto mammellonato ti tutta la parete trigonale e parte della posteriore la massa raggiunge il meato uretrale dx e sx senza ostacolo al deflusso dell urina, le restanti pareti vescicali sn ispessiteperche poco distese non si rilevano lesioni di tipo papillomatoso grossolani linfonodi patologici in sede otturatoria ed iliaca dxil maggiore di 50 mm e sx di 33mm in iliaca comune sx di 23 mm ed iliaca esterna di 12 mm e multipli di minori dimensioni in sede lombo aortica, un linfonodo cm ' in inguinale dx il linfono maggiore iliaco dx non mostra un piano di clivaggio cn la vena , linfoodi patologici sono anche nel mesosigma e in sede perirettalenon si rileva un sicuro piano di clivaggio fra la laesione prostatica e l elevatore dell ano cisti comlicata di 17 mm rene dx normqale l fase nefrografica ed escretriva cisti di 84 mm della milza con microcalcificazione parietale non alterazioni degli orgai parenchimatosi addominali Scintigrafia ossea total body non accumuli del tracciante riferibili a lesione ossee di sicura natura secondaria
vi ringrazio per il consulto

[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
resta di sapere il dosaggio del psa e comunque farei la biopsia vescicale per dirimere ogni dubbio.
Certamente alla luce di quanto descritto allo stato attuale (a meno di urgenze) l'intervento sarebbe molto demolitivo ed impegnativo.
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#2] dopo  
Utente 275XXX

la ringrazio per la sua risposta Dottore-IL PSA è 54 e si attende la biopsia vescicale,lei dice che un intervento sarebbe da esludere?cosa vuol dire a meno di urgenze?lei dice che si potrebbe andare avanti a 69 con una discreta qulita di vita anche solo con le terapie?io attualmente a parte una notevole incontinenza e sangue che sono stati arginati con esito molto positivo da farmaci devo dire che non mi sento male nonostante un quadro clinico compromesso