Utente
Buongiorno, ho 46 anni e da qualche mese (5 mesi) soffro di un distiurbo che mi sta preoccupando. Ho dei sintomi di dolore al petto e bruciore di stomaco, parrebbero sintomi della gastrite. Infatti spesso mi sento come una oppressione al petto e sento il bisogno di "ruttare". Sono andato in clinica (risiedo in Thailandia per moti di lavoro diversi mesi all'anno) e in effetti il medico ha ricocondotto quei sintomi alla gastrite. Pero' in 5 mesi il problema non si e' risolto nonostante abbia intensificato la cura (farmaci piu' forti). La cosa che mi ha allarmato e' che informandomi ho scoperto che i sintomi del tumore allo stomaco nei primi mesi possono essere sovraponibili a quelli della gastrite. Per ora non soffro ne' di perdita di peso, ne' inappetenza, ne' vomito, pero' ho letto che quelli sono sintomi che si presentano solo nella fase avanzata della malattia, quando e' troppo tardi per una cura risolutiva.

In aggiunta ho anche dei dolori frequenti alle articolazioni, dal collo alla schiena alle braccia, so che nei casi di tumore spesso ci sono questi sintomi, Preciso che nel mio caso non sono nella gran parte dei casi dolori continui (anche a riposo) ma specie collegati al movimento, seppur minimo.

Quando tornero' in Italia faro' altri accertamenti.

C'e' da preoccuparsi?

[#1]  
Dr. Luigi D'Ambra

24% attività
0% attualità
8% socialità
LA SPEZIA (SP)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2011
Le consiglio di sottoporsi semplicemente ad una Gastroscopia che le consentirà di capire se si tratta di gastrite e allo stesso tempo eseguendo la biopsia si ottengono informazioni riguardo alla presenza o meno dell Helicobacter Pylori che è responsabile di una gastrite cronica resistente alla terapia medica.
Dr. Luigi D'Ambra