Utente 348XXX
Buonasera, circa 3 settimane fa è stato diagnosticato un adenocarcinoma polmonare di circa 5mm a mio padre, fumatore accanito di 67 anni.
Ha gia fatto due sedute di chemio alle quali, purtroppo, non ha reagito bene, ne fisicamente ne psicologicamente. Dalle ultime analisi la massa è risultata essere addirittura cresciuta fino a 7 mm ed i dottori hanno escluso una sua completa guarigione.
Da quello che ci è stato riferito la massa si trova in una posizione "difficile" la quale rende impossibile la rimozione chirurgica. Fortunatamente non ci sono metastasi. Quello che vorrei sapere è se esistono centri specializzati in Italia ai quali mi posso rivolgere per valutare un'alternativa oppure terapie sperimentali. Vorrei tanto sapere qual è la vostra opinione al riguardo. Grazie infinite.

[#1] dopo  
Dr.ssa Vincenza Roberto

20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2012
Se le dimensioni sono realmente quelle che riferisce e il nodulo è unico io consulterei un secondo chirurgo toracico. Un'ulteriore possibilità di intervento da valutare, anche in base alla posizione del nodulo, è un trattamento radioterapico di tipo stereotassico. Suo padre ha mai fatto una PET-TC? Per escludere un coinvolgimento linfonodale? A che tipo di trattamento chemioterapico è stato sottoposto? Come è stata fatta la diagnosi di adenocarcinoma? Suo padre soffre di altre patologie? Tutte domande fondamentali per meglio capire il suo caso ed essere più esauriente nel consulto.
Dr.ssa Vincenza Roberto