Utente 774XXX
Buon giorno, scrivo per mia nonna ha 80 anni e circa due mesi fa ha iniziato a sentirsi male dolori addominali, diarrea continua, difficolta' a digerire, inappetenza, spossatezza e ha iniziato a dimagrire a dismisura. Il medico di base le ha prescritto un ecografia addome completo il responso ha evidenziato una formazione ovalare a nel pancreas di cm 2.2 e due fomazioni ovalari nel fegato di 4 e 3.4 cm. Successivamente ha eseguito le analisi del sangue e i maker tumorali hanno identificato i seguenti valori:
ca 19.9= 10000
ca 125 =536.5
antigene carcinoebrionale= 357.10
ferritina=192

abiamo eseguito la Tac spiralata sempre sotto consiglio del medico di base e l'esito è il seguente:
Esame richiesto per lesioni epatiche.
Si conferma la presenza di numerose lesioni epatiche di aspetto secondario (retto?) pressochè a tutti i segmenti. Milza disomogenea per la presenza di vaste aree ipodense nel contesto (infarti?). Nei limiti reni, surreni. A carico della coda pancreatica distale, lesione ipodensa di circa 4 cm, possibile espressione di secondarismo. Non significative linfoadenomegaglie. Non versamento libero.

Ora abbiamo appuntamento con il medico di base iol 20/08 e successivamente ci rivolgeremo ad un oncologo. Vorrei che qualcuno riuscisse a spiegarmi che succede. E' grave? tempi di sopravvivenza? Esistono cure? La situazione si sta aggravando sempre di più sta sempre più male.
Cosa dobbiamo fare?

Vi ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

a mio avviso, anche se la TC parla di possibile provenienza dal retto (?) e di secondarismi (?) sul pancreas, si tratta di una neoplasia pancreatica con metastasi epatiche. L'unica certezza si avrebbe con una biopsia e seguente esame istologico ma il quadro sembra piuttosto chiaro. Venendo alle terapie, il fattore più limitante è l'età. Occorre fare i conti con un organismo debilitato e con delle riserve d'organo depauperate negli anni... Dettò ciò, comunque, si può tentare un approccio combinato chemioterapia (con dosaggi adeguati) + ipertermia capacitiva. Il tutto allo scopo di rallentare la crescita del tumore e di alleviarne la sintomatologia. Inoltre eseguirei il dosaggio della CgA (vedi articolo in minforma) per verificare se vi sia componente neuroendocrina ed abbinare terapia con octreotide. Contattate oltre il vostro medico curante anche un oncologo al più presto.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#2] dopo  
Utente 774XXX

Grazie mille della sua celere risposta, volevo solo chiederLe la milza perchè presenta delle vaste aree ipodense che cosa sono gli infarti alla milza? E so che è una domanda forse stupida ma che previsioni ci sono di sopravvivenza visto il quadro clinico? C'e qualcosa qualsiasi cosa che io possa fare intanto per aiutarla? alimentazione aiuto anche sono morale io non so veramente come comportarmi in questa situazione.

grazie veramente

[#3] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Cara Amica,

gli infarti sono una alterazione benigna su base vascolare. Per quanto riguarda la durata di malattia non è possibile fare una previsione anche se la situazione si presenta molto seria. In questo momento sarebbe utile stimolarle l'appetito e cercare di sostenerla il più possibile. Ma il consiglio migliore è senza dubbio che venga presa in carico il prima possibile da un oncologo.

Sempre a disposizione,

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#4] dopo  
Utente 774XXX

Buon giorno purtoppo confrontandomi con le altre persone non mi hanno dato grossi tempi di sopravvivenza ma è vero che si trattano di mesi o addirittura settimane?La persona in questione non intende curarsi e si faremo una visita dall'oncologo ma rifiuta chemio e qualsiasi intervento chirurgico. Detto questo statisticamente parlando quali sarebbero in linea di massima i tempi di sopravvivenza di un malato del genere? E' possible che in quindici giorni dall'eco il tumore risultava 2,2 cm e ora sono già 4?
Mi scusi tanto ma è davvero una brutta situazione e avrei bisongo di sapere più o meno.

[#5] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Cara Amica,

non è purtroppo possibile stimare la sopravvivenza... Certamente senza alcun tipo di cura sono situazioni che precipitano rapidamente. Le lesioni neoplastiche poi crescono con una cinetica variabile da tumore a tumore e possono crescere anche velocemente.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#6] dopo  
Utente 774XXX

Martedi' abbiamo appuntamento dall'oncologo specializzato in tumori al pancreas, abbiamo sentito parlare della cura di Bella lei che ne pensa potrebbe aiutare visto che la persona in questione non vuole ne la chemio ne interventi. Inoltre parlando con lei oggi sembra che non urini praticamente quasi più? E normale?
Grazie veramente per i consigli e l'aiuto che mi sta dando.

[#7] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Cara Amica,

se la paziente urina poco non è buona cosa. Occorrerebbe verificarne il perchè ed aiutare la diuresi. Io suggerirei di sentire il parere del collega oncologo su come procedere.

Cari saluti,

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#8] dopo  
Utente 774XXX

Buon giorno Dott. Pastore,
ieri mia nonna è andata dall'oncologo il quale ha scritto:
EO sostanzialmente negativo. Si segnalano spider naevi in regione dorsale. Addome piano, dolente alla palpazione a livello epigastrico (lobo sinistro del fegato) ed in regione fianco destro.Peristalsi presente ma rallentata. Non linfoadenomegalie superficiali, non edemi declivi.Peso 50 kg, ps Karnofsky 80%. PSecog1;

Ho spiegato alla paziente e alla figlia l'alto sospetto diagnostico di neoplasiaepiteliale pancreatica, spiegando che una migliore accuratezza diagnostica si potrebbe avere con un agobiopsia epatica pericutanea. La paziente si riserva di decidere riguardo. In ogni caso (anche senza accertamento bioptico) vi sarebbe indicazione a trattamento medico antiblastico, modulato per anziani dopo aver ripetuto prelievo ematico completo. Nel frattempo trattengo le immagini radiologiche per discutere con il collega riguardo al quadro.

Durante il colloquio diciamo che il medico è stato piuttosto positivo in merito al quadro creando nella paziente false aspettative. infatti non vuole più fare niente perche' crede di stare bene. in quanto a messo in dubbio il risultato dei marcker e della Tac.

Cosa ne prensa in merito mi spiega che cosa vuol dire quello che ha scritto?

Grazie mille

[#9] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Cara Amica,

ha detto che la paziente è in condizioni discrete. Che si sospetta fortemente un tumore del pancreas accertabile con certezza solo con una biopsia di una delle lesioni del fegato. Indica un trattamento chemioterapico come possibile. Il collega non ha messo in dubbio che vi sia un tumore ed ha detto che molto probabilmente è partito dal pancreas.

Resto a disposizione. un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#10] dopo  
Utente 774XXX

Caro Dottore,
la stanchezza porta la paziente a stare spesso ferma nel letto e ultimamente gli si sono gonfiate fortemente le caviglie. Fanno molto male potrebbe cortesemente consigliare qualche prodotto da usare in questi casi? Attendiamo le nuove analisi del sangue appena saprò qualcosa Le faro' sapere. La situazione peggiora di giorno in giorno spero solo che soffra il meno possibile.

Con affetto

[#11] dopo  
Utente 774XXX

Gentile Dottore,
mi scuso anticipamente per questo messaggio ma è un momento molto dificile. Per me è molto difficile accettare e stare vicino ogni giorno a mia nonna, si sta lasciando andare non vuole più nemmeno vedere il medico curante. Vuole solo stare così e aspettare il corso degli eventi. Difficile per una persona che le vuole così bene accettare tutto cio' ogni giorno è una sofferenza continua. Quello che volevo chiedere è c'e qualche sintomo oltre l'ittero di cui bisogna avere attenzione, non volendo vedere nessun medico brancoliamo nel buio. Che decorso ha questa malattia?

Grazie mille

[#12] dopo  
Utente 774XXX

Buon giorno, oggi ho ritirato i pariziali delle analisi del sangue e urine.
Nell'urinocultura trovato Klebseilla pneumoniae ssp pneumonia per valori 1 milione UFC/ml. Cosa vuol dire?

Distinti Saluti

[#13] dopo  
Utente 774XXX

Buon giorno ieri siamo tornati dall'oncologo senza la paziente e il quadro è veramente disastroso il ca 19.9 ha raggiunto valore 2 milioni mi spiega che succede sabato le riportero' tutti i valori di riferimento ma nel frattempo può dirmi qualcosa lei? Cosa succederà il medico parla dai 3 ai 5 mesi e ormai i valori sono talmente tanto fuori che non è più possibile eseguire un trattamento chemioterapico. La prego m risponda.

[#14] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Cara Amica,

per quanto riguarda la Klebsiella nelle urine occorre eseguire un antibiogramma e verificare a quale antibiotico è sensibile e somministrarlo. Questa è comunque questione di poco conto rispetto al resto. Una paziente con questa condizione di malattia spessissimo si presenta prostrata e sfiduciata. Se non accetta altri tipi di cure specifiche o se esse non sono praticabili, l'unica cosa è una buona terapia di supporto che le controlli eventuali dolori e le garantisca un apporto nutritivo anche minimo. Occorrerebbe interessare l'assistenza domiciliare territoriale per questo. Le prospettive di sopravvivenza e le relative stime lasciano sempre il tempo che trovano.

Cari saluti, sempre a disposizione

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#15] dopo  
Utente 774XXX

La ringrazio di tutto Dott. Pastore.
Grazie!
Visito la paziente ogni giorno e la vedo sempre peggio, ma cerco di portarla ovunque vuole e le faccio fare cio' che vuole. Io la mia battaglia l'ho già persa non posso combattere per questo posso solo migliorare la sua vita.
Grazie di cuore

[#16] dopo  
Utente 774XXX

Buon gioro gentile Dott. Pastore,
Le riporto di seguito i valori "sballati" delle analisi del sangue:
Leucociti 9.55
Emoglobina 12.6
Ampiezza distribuzione RBC 15.6%
Monociti 13.3
Linfociti 1.27
Glucosio 122
Gamma glutamil trasferasi 370
Fosfatasi alcalina 324
GOT-AST 61
Lattato deidrogenasi 780
Acido Urico 7.3

Elettroforesi proteica:
Albulimia %49.5
Alfa1 globuline 6.0
Alfa2 glbuline 15
Albulima 0.98
Ferritina 301
CEA 570.4
ca 19.9 2016000.0
ca 125 1531.1

Esame urine:
Proteine 438
Emoglobina +
Eritrociti 30
Leucociti 155
Cellule basse vie urinarie Numerose


Posso chiederLe con esatezza come vanno le cose e che cosa sta succedendo.
Un tenero saluto

[#17] dopo  
Utente 774XXX

Buon giorno Dott. Pastore,
la paziente da circa tre giorni non va più in bagno nemmeno facendo un clistere e sta male possiamo fare qualcosa?
La ringrazio anticipatamente per tutte le risposte che mi ha dato in passato.

[#18] dopo  
Utente 774XXX

Dato che non mi ha risposto Le dico io come sono andate le cose, il 30 ottobre dopo solo appena due mesi si e spenta dopo dolori atroci e un calvario infinito. Questo e successo. Il tumore al pancreas non perdona. Grazie per l'aiuto datomi in momenti molto difficili.
Saluti