Utente 849XXX
Salve a tutti mediciitalia!!Voglio prima di tutto complimentarmi con Voi,per quello che fate!!E' davvero ammirevole!!! Sono una ragazza di 20 anni,e Vi scrivo per chiederVi un consulto per mia mamma. Lei ha compiuto da poco 60 anni. Stamattina ha effettuato un ecografia addome.Questa è quanto segue:
Fegato di regolare morfologia,aumentato di volume,ad ecostruttura iperecogena per segni di steatosi di grado medio.
Regolari le vie biliari intra-ed extra epatiche in esiti di colecistectomia.
Pancreas di regolari dimensioni e morfologia,ad ecostruttura iperecogena e disomogenea per la presenza,a carico del corpo,di formazione ovalare iperecogena con area centrale ipoecogena del diametro di circa 2,53 cm.Milza di regolare morfologia e grandezza,ad ecostruttura omogenea.Reni in sede,di regolare forma,grandezza ed ecostruttura.Normale lo spessore dell'anello parenchimale bilateralmente.Nulla da segnalare a carico dei surreni.Vescica in sede,poco repleta,a contenuto transonico.
Ovvio che ciò che desta la mia attenzione è la formazione ovalare presente nel corpo del pancreas. Si consiglia di fatti conferma a mezzo TC. Potrebbe essere un tumore del pancreas??E' per caso una ciste o un calcolo???
Sono conscia del fatto,che mi risponderete che con una semplice eco non è possibile far una corretta diagnosi.Ne convengo anche io.Ma cercate di capire bene la mia situazione.Ho letto molte pagine di mediciitalia concernenti l'argomento e frequente scaturisce l'espressione:"le neoplasie pancreatiche hanno prognosi sfavorelvole".Sono seriamente preoccupata.Mia mamma soffre da diversi anni di diabete di Tipo 1.Trattato con insulinoterapia. L'anno scorso ha subito una colecistectomia per evidente litiasi.Alla luce dell'ecografia di allora,non era presente la formazione citata dianzi.Può un tumore esserci sviluppato in poco più di un anno ed aver raggiunto dimensioni cosi rilevanti??In un normotipo l'ecostruttura pancreatica è iperecogena o ipoecogena?? I tumori hanno quale sorta di ecogenicità??Se dovesse essere quello che temo,quale sarebbe la terapia d'eccellenza da adottare??E se si trattasse di un tumore maligno,quale il decorso,quale la prognosi??
Gentilissimi medici ,Vi ringrazio anzitempo per l'attenzione rivoltami.Confido in una vostra celere risposta!!
Grazie mille!!
Maria

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Lombardi

24% attività
0% attualità
8% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Cara utente,

come lei ben sa è difficile fare una diagnosi.. c'è il rischio che possa essere anche una neoplasia..ma anche una cisti con ampio spessore di parete..cmq se il radiologo non si è sbilanciato nel proporre una diagnosi il dubbio resta. Faccia anche la TAC e poi eventualmente una biopsia. Inoltre il tumore del pancreas può essere di vario tipo anche se quello più diffuso è di tipo adenocarcinomatoso ma restano anche tumori della serie neuroendocrina che potrebbero avere una prognosi migliore. Inoltre non sembrano, all'ecografia, esserci metastasi ad altri organi addominali che senza dubbio è un fattore positivo. Come terapia si potrebbe ricorrere ad una chirurgia, se fattibile, seguita da una chemio-radioterapia. Comunque restiamo in attesa degli sviluppi.
Cordiali Saluti,

Dott. Giuseppe Lombardi

[#2] dopo  
Utente 849XXX

Gentilissimo Dottore,grazie mille per la risposta!!!Le riporto ora i risultati delle analisi del sangue,che mi han lasciato davvero sconcertata.
Glicemia 159
Colesterolo 306
Got 54
Gpt 64
Hb glicosilata 9.3
Ematocrito 38.3
Mcv 62.5
Mch 19.5
Mchc 31.3
neutrofili 36.1
linfociti 52.7
monociti 9.8
linfociti (valore assoluto) 4.06
osservazioni
1.eritrocitosi
2.microcitosi
3.ipocromia
FT3 4.79

Esami urine
Ph 5
Corpi chetonici 5
nitriti presenti
leucociti 500

Esame micorscopico di sedimento
Rare emazie numerosi leucociti lieve batteriuria

Le ho riportato i valori che non rispettano il range dei parametri standardizzati.
E' evidente che non vi sia un corretto metabolismo dei grassi,come nota sia lo stato del fegato steatorrico che la presenza di chetoni nelle urine. Cosa c'è che non va?? E' il pancreas che ha smesso di funzionare come dovrebbe??E il numero aumentato dei leucociti cosa indica??E i valori alterati di Got e Gpt sono correlati a possibili lesioni metastatiche che il medico radiologo non ha notato a causa dell 'eccessiva steatorrea??
La ringrazio per il tempo dedicatomi!! Buon lavoro!!
Grazie mille!!
Maria



[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Lombardi

24% attività
0% attualità
8% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Cara Maria, capisco la sua ansia ma deve restare tranquilla e non porsi troppe domande altrimenti rischia solo di aumentare la sua apprensione. Dagli esami che mi ha mandato non è possibile fare una diagnosi di neoplasia; sicuramente c'è una leggera anemia microcitica ma nn conoscendo il paziente non si può risalire alla sua causa. I corpi chetonici nelle urine indicano un aumento del metabolismo dei lipidi che associato ad un aumento della glicemia potrebbero far supporre una diminuzione della funzionalità insulinica del pancreas, ma le ripeto che tutto ciò non indica una neoplasia pancreatica. Inoltre la steatosi epatica non nasconderebbe una lesione secondaria del fegato all'ecografia; gli enzimi epatici sono lievemente aumentati cosa che può succedere in un individuo con fegato steatosico. I leucociti nelle urine sono molto frequenti. Stia tranquilla e aspetti con serenità i successivi sviluppi e mi tenga al corrente. Con affetto
Cordiali Saluti,

Dott. Giuseppe Lombardi

[#4] dopo  
Utente 849XXX

Gentilissimo Dottore,la ringrazio prima di tutto per il tempo dedicatomi e per il supporto umano che traspare dalle sue parole :). Lei deve essere per certo un ottimo medico e deve dedicare molta passione al suo lavoro.La Tac con Mdc è stata fissata per il giorno 28 novembre e la visita endocrinologica per il 17 novembre,sarei curiosa di sapere se tanto tempo di attesa non rappresenti un rischio nel caso in cui si tratti di una neopalsia e se lei ci consiglia di accorciare i tempi.
Mi dispiace davvero,se le risulto cosi asfisiante ,ma purtoppo mi sembra di ripercorrere il calvario subito pochi mesi quando a mio padre di anni 67,è stato diagnosticato un adenocarcinoma prostatico,trattato ora con ormone-terapia.
Mi scusi ancora e la ringrazio per la disponibilità.

Buon lavoro!!

Maria

[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Lombardi

24% attività
0% attualità
8% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Cara Maria, non si preoccupi.. sarebbe cosa oppurtuna anticipare la TAc con mdc e se possibile effettuare una biopsia TAC guidata della lesione.
Cordiali Saluti,

Dott. Giuseppe Lombardi

[#6] dopo  
Utente 849XXX

Secondo quanto consigliatoci abbiamo cercato di abbreviare i tempi.Il giorno 28 ottobre mia mamma ha effettuato una Tac addome superiore con Mdc.
Il referto è quanto segue:

NON SI APPREZZANO EVIDENTI ALTERAZIONI MORFOVOLUMETRICHE E TOMODENSITOMETRICHE A CARICO DEGLI ORGANI PARENCHIMATOSI ADDOMINALI ALTI ED IN PARTICOLARE DEL PANCREAS.
ASSENTI LINFOADENOPATIE RETRO-PERITONEALI.
VIE BILIARI NON DILATATE IN PAZIENTE COLECISTECTOMIZZATA.
NON IDRONEFROSI BILATERALMENTE.

Eg.ri Dottori,ma cosa è successo?

Aspettamdo una vostra pronta risposta,colgo l'occasione per salutarvi e ringraziarvi di cuore per quanto fate.

Maria

[#7] dopo  
Dr. Giuseppe Lombardi

24% attività
0% attualità
8% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
POteva essere una cisti pancreatica o una forma di pancreatite
Cordiali Saluti,

Dott. Giuseppe Lombardi