Utente 841XXX
Buonasera.mia madre e' stata operata piu' di un anno fa per un carcinoma alla mammella sinistra con svuotamento ascellare.Ha fatto chemioterapia,radioterapia ,e alla fine gli e' stata prescritta una terapia ormonale con il FEMARA .
Continua a controllarsi e al momento tutto e' andato per il meglio,l'unico problema lo sta avendo con il FEMARA in quanto ha una caduta dei capelli(che erano ricresciuti tutti e anche abbastanza forti) che l'ha portata ad avere un diradamento degli stessi.
A quanto pare e' da imputare al FEMARA che comunque dovra' prendere per 5 anni,e sembrebbe che al momento non ci sia soluzione al problema;vi chiedo ma non esiste un altro farmaco meno aggressivo?.
A fine mese fara' una visita dermatologica per capire se si puo' arginare il fenomeno al momento riprende delle compresse di cistedil che prendeva prima di scoprire il tumore ,in quanto di base i capelli erano gia' delicati prima dell'intervento e queste pillole erano state consigliate dal medico di base.
Resto in attesa di vostra risposta e vi ringrazio anticipatamente.
Cordiali saluti.
maurizio

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Effettivamente il diradamento dei capelli è uno degli effetti collaterali descritti con l'assunzione del Femara che tuttavia è da considerare transitorio.

Capirà bene che la sostituzione di questo farmaco va fatta nel contesto clinico della sua situazione che va
valutata con il Suo oncologo che ben conosce tali effetti.

Cordiali saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 841XXX

la ringrazio della risposta,e ovviamente non posso essere che d'accordo con lei.
L'oncologa di mia madre effettivamente non ha preso in considerazione la sostituzione di questo farmaco per ovvi motivi penso.
Ma quindi esistono altri farmaci meno aggressivi in quel senso?E un 'ultima cosa,il cistedil al momento secondo lei puo' avere effetto ?Pensa che un dermatologo possa dare qualche indicazione per migliorare la situazione o per la sua esperienza per questi 5 anni non ci pensiamo piu'?grazie tanto della risposta.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
D'accordissimo per il consulto dermatologico.
Non è affatto detto che l'effetto collaterale, sempre che ci si una correlazione con la sua somministrazione
(quesito da porre al dermatologo), si protragga per tutto il tempo della assunzione.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com