Utente 529XXX
Salve, vi spiego il mio problema, che credo di avere dall'etá di 8 anni più o meno.
Ho una terza classe, i denti toccano un po, ma i denti inferiori sono obliqui e quindi tendono a rientrare, e farmi sporgere il mento. ( mi dispiace non so spiegarmi con termini tecnici)
Ho messo l'apparecchio fisso a 13 anni e tolto a 16 anni, credendo che avrei risolto per sempre il mio problema, e invece no, perché il dentista ha pensato ad allinearmi i denti e non la mandibola, ripetendomi ogni volta che era una mia fissa. In realtà é una malformazione scheletrica e purtroppo ci convivo ancora che ne ho 21. Per fortuna non mi sono mai arresa e quest'anno ho consultato un chirurgo maxillo facciale che mi ha proposto 2 procedure, cioè rimettere l'apparecchio per due anni e mezzo e poi fare un intervento ( un costo altissimo), oppure fare un intervento di camouflage. Dopo qualche mese ho consultato un dentista, che invece mi ha detto che ormai con l'apparecchio i denti si sono raddrizzati e si è fatto il possibile e che mi avrebbe mandata da un chirurgo. Mercoledì ho un'altra visita con un altro chirurgo. Vi chiedo un parere perché dicono cose diverse, e io non so mai a chi rivolgermi o di chi fidarmi dato che é una cosa seria. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissima è una cosa seria, ma non è una brutta malattia, alla fine stiamo parlando d'interventi chirurgici mirati ad ottenere dei risultati a fini estetici. Il suo odontoiatra da la versione di una fissazione e questa deve essere confermata da un tracciato cefalometrico di cui lei non ne parla, poi un maxillo richiede un nuovo intervento ortodontico prima di procedere alla chirurgia, ma non ci racconta su che basi diagnostiche è stata prospettata questa cura, alla fine conclude con un possibile intervento di camouflage, che non si capisce bene cosa sia. L'ultima via dove l'odontoiatra ha espresso il suo parere e la invia dal chirurgo maxillo facciale sembrerebbe la più affidabile, dove potrebbe nascere una collaborazione tra le due branche. Attendiamo questa risposta.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
La terza classe scheletrica è per definizione chirurgica ed un camouflage è destinato alla recidiva.Esiste la possibilità in casi selezionati della chirurgia FIRST,che non richiede ortodonzia prechirurgica.Ovviamente vanno preventivamente trattate gnatologicamente eventuali disfunzioni temporo-mandibolari e asimmetrie spesso presenti nelle terze classi.

Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#3] dopo  
Dr. Dario Spinelli

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
BARI (BA)
SANTERAMO IN COLLE (BA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La diagnosi che deve fare è ortodontica, quindi lo specialista di riferimento è un odontoiatra specializzato in ortodonzia. La valutazione iniziale prevede impronte, fotografie e radiografie specifiche per l'ortodonzia, con le quali studiare la posizione di partenza e i possibili trattamenti. L'eventuale consulto chirurgico viene solo dopo queste analisi e serve solo a pianificare la parte chirurgica in accordo tra ortodontista e chirurgo. A quel punto per capirci, l'ortodontista dovrebbe averle già spiegato tutte le possibili alternative e dovreste aver assieme deciso di valutare l'eventuale percorso chirurgico
Dr. Dario Spinelli
Odontoiatra Specialista in Ortodonzia e Gnatologia
www.ortodonzia.bari.it
www.ildentistaperibambini.it