Il gesso,il 5 gennaio ho fatto rx

gentile dottore ho 53 anni il 12 dicembre 2009 in un caduta mi sono fratturato il 5 metatarso,mi hanno dato 28 giorni con il gesso,il 5 gennaio ho fatto rx e il risultato è in fase di consolidamento,quindi il dottore mi ha fatto portare altri 10 giorni il gesso poi ho ripetuto la radiografia e a distanza di tanti giorni il risultatoè ancora in fase di consolidamento è mai possibile quindi sto gesso quanto lo devo portare ancora?Attendo una vostra risposta,mi sembra d'impazzire.grazie
[#1]
Dr. Nunzio Catena Ortopedico, Chirurgo della mano 479 22
Gentile signora
una frattura può presentare dei tempi di consolidazione che a volte possono essere più lunghi della media, quindi se il suo ortopedico non ha ritenuto la consolidazione della frattura tale da lasciarla libera vuol dire che il suo metatarso non ha ancora una consistenza tale da poter sopportare, senza fratturarsi nuovamente, le sollecitazioni del carico senza gesso.
Cordiali saluti

Dr.Nunzio Catena - nunziocatena@gmail.com
Il consulto online non può e non deve sostituire la visita medica

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio molto per la risposta.
Le farò sapere in caso di sviluppi.
Cordiali saluti
[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentili dottori,
vi riscrivo per chiedervi un parere poichè la mia situazione ha avuto i seguenti risvolti:
l'ortopedico il giorno 15/01 mi tolse il gesso consigliandomi di seguire per 10 giorni un ciclo di magnetoterapia e così feci.
Al successivo incontro, poichè continuavo a provare dolore alla caviglia e non riuscivo a camminare, il dotore mi spiegò che a seguito della caduta avevo subito una distorsione alla caviglia e che in un primo momento, avendo prestato maggiore attenzione al piede, non l'aveva notato. Così mi prescrisse le seguenti terapie per 10 giorni:ionoforesi, laserterapia, ultrasuoni e magnetoterapia. Inoltre, mi disse di acquistare una cavigliera e di effettuare una radiografia ed una ecografia alla caviglia.
L'esito dell'esame radiologico è stato il seguente:
"Modesta rarefazione della trabecolatura ossea e lieve riduzione di ampiezza delle rime articolari con sclerosi subcondrale delle superfici sinoviali per incipienti fenomeni di degenerazione artrosica".
L'esito dell'ecografia, invece:
"Disomogeneità del tendine peroniero-astragalico anteriore come da fenomeni distrattivi.
Presenza di versamento intraarticolare e di ematoma sottocutaneo".
Temo di dover subire una operazione per ritrovare stabilità, poichè ad oggi continuo ad avvertire dolore e non riesco a camminare.
Vi prego rispondetemi.
Mille grazie per l'attenzione e la disponibilità.
Saluti.
[#4]
dopo
Utente
Utente
dottore le scrivo per sapere qualcosa sulla mia situazione so che le do fastidio però sono un pò preoccupata dato che oggi ho finito le prime 20 tera pie e sto ancora con le stampelle ed il piede ancora gonfio.Come fare aspetto al piu presto una sua risposta.Grazie
[#5]
dopo
Utente
Utente
dottore le riscrivo per dirle che sono arrivata alla 30 terapia le stampelle le ho tolte,però non riesco a camminare bene il mio dottore mi ha fatto fare anche esercizi propriocettivi,solo che il mio piede è ancora gonfio e quando cammino zoppico.La mia preoccupazione è ci vuole molto tempo x recuperare?Sto continuando con il laser, magneto,iono,ultrasuoni e ginnastica propriocettiva, se metto il ghiaccio va bene?anche se sono passati tanti mesi?Grazie

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa