Utente
buongiorno sono una donna di 36 anni che presenta diverse protuberanze ai piedi alle mani al torace ed ora da circa 1 mese al polso dx assai dolorante. Nel 96 sono stata operata per esostosi alla mano sx e nel 07 al piede. Il mio medico dice di non preoccuparmi ma da ciò che ho letto su internet credo che la cosa non sia poi tanto da sottovalutare, cosa mi consigliate? devo approffondire la cosa o posso stare tranquilla? cordiali saluti e grazie

[#1]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
E' opportuno che si sottoponga a visita ortopedica, meglio se dove è già stata visitata in passato per analoghi problemi. Le esostosi, soprattutto quando sono multiple e quando compaiono in età adulta, vanno tenute controllate attentamente. Se poi provoca dolore è una ragione di più per farla controllare.
Ci tenga aggiornati, se vuole
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto e prenderò subito un appuntamento per una visita ortopedica saluti

[#3] dopo  
Utente
Buongiorno dopo visita ortopedica raggi ed ecografia è stata trovata una piccola esostosi lungo il profilo laterale dell'epifisi distale del radio che ha originato anche una tendinite e perciò il dolore. Dovrò sottopormi ad intervento a settembre ma la cosa che non riescono a spiegarmi è il perchè di queste esostosi. Mi dicono di stare tranquilla nonostante le abbia già da piccola e mio zio ne è affetto. Cosa mi consigliate? saluti e mille grazie per l'attenzione

[#4]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
L'esostosi multipla, se da questa patologia è affetta, è una malattia rara, in genere ereditaria. Non ci sono consigli da dare se non quello di tenere controllate le esostosi per seguirle nella loro possibile evoluzione. E' comunque bene che Lei ne parli con l'Ortopedico che La segue, il quale, conoscendo il Suo caso, è in grado di dare risposte più specifiche delle nostre che sono, e devono esserlo, più generiche.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#5] dopo  
Utente
Ed è questo che io vorrei appurare se sono appunto affetta da tale patologia ma non so a chi rivolgermi dal momento che sia l'ortopedico sia il mio medico curante mi dicono che non c'è di che preoccuparsi