Utente
Il mio problemma attuale è ginocchio destro.Con l'esito della risuonanza magnetica che segue sotto cosa potrei fare per migliorare la salute.Grazie.

RM GINOCCHIO DX SENZA MDC

L'esame RM del ginocchio destro ha evedenziato, in quadro di varismo fermorotibiale, alterazione di segnale a carico della fibrocartilagine meniscale interna, per frattura a tutto spessore.Indenne da fratture il menisco esterno.
Regolari per decorso, morfologia, segnale e tensione i legamenti crociati ed i collaterali.
I capi articolari femorotibiali hanno cartilagini di rivestimento notevolmente assotigliate; focali alterazione di segnale, iperintense nelle sequenze ad elevato contrasto intrinseco, in corrispondenza delle superfici di carico del compartimento femorotibiale interno, con aspetti di degenerazione cistica subcondrale in sede femorale, per condizione di sofferenza osteocondrale e relativo edema intraspongioso reattivo.
Rotula in asse ai gradi di flessione dell'esame, con presenza di segni di assotigliamento ed irregolarita della sua cartilagine, reperto piu evidente in sede paramediana interna, ove si osserva, nelle sequenze ad elevato contrasto intrinseco, focale alterazione di segnale iperintensa, riferibile a sofferenza osteocondrale con relativo edema reattivo intraspongioso.
Iperintensita di segnale, nelle sequenze ad elevato contrasto intrinseco, del tessuto adiposo del batuffolo di Hoffa, in accordo con flogosi.
Quadro di estesa borsite prerotulea e pretendinea a livello rotuleo.
Ipertrofia della parete sinoviale con quota di versamento articolare che si dispone in maggiore quantita in corrispondenza del recesso sottoquadricipitale.
Si consiglia valutazione clinica.

[#1]  
Attivo dal 2010 al 2011
Vista la giovane età il suo ginocchio risulta eccessivamente degenerato
Il problema principale sembrerebbe essere una lesione meniscale mediale risolvibile con una artroscopia di ginocchio.
La patologia di base tuttavia è una artrosi del comparto mediale (corrispndente all'edema subcondrale rilevato alla RMN) da valutare meglio attraverso una Rx ginocchio sotto carico. Potrebbe essere necessario un intervento di correzione dell'asse del ginocchio (osteotomia correttiva) per evitare una evoluzione del fenomeno artrosico e la necessità di sostituire in futuro l'articolazione con una protesi.
E' evidente che gli esami vanno fatti valutare direttamente da uno specialista in chirurgia del ginocchio che dovrà anche eseguire dei test specifici.
Saluti

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la sua risposta tempestiva, sono molto in ansia e molto preocupata. Ho fatto anche l'esame radiografico con proiezione di Rosemberg che dice:

RX ASSIALE DI ROTULA DX
RX GINOCCHIO DX

Lievi manifestazioni di artrosi tricompartimentale caratterizzata da iperacuminazione delle spine tibiai, sclerosi dei piatti tibiali ed iniziale riduzione di altezza dei comparti femoro-rotulei.
Rotula sostanzialmente in asse ai gradi di flessione dell'esame, con evidenza di sclerosi della sua rima articolare.

Come farmaci ho assunto:
Arcoxia 60mg 2 cp insieme in una sola soministrazione quotidiana per 5 gg, poi 1cp/die per altri 5gg.

Donegal sciroppo 10ml 1 volta al giorno per due mesi a cicli da ripetere ogni due mesi(sto faccendo in questo momento).

Tauxib 90mg 1 cp/die per 20 gg.

Dicloreum fiale : 1 fl/die per 12 gg.(che sto adeso facendo dopo tutti gli altri farmaci presi prima)

Visto tutto questo avrebbe un'altro consiglio in aiuto?
Tra un pò devo iniziare la stagione lavorativa e mi preocupa molto sapere quanto tempo avrei a disposizione per rimetermi in grado di lavorare dato che ho una famiglia composta da 5 persone e lavora solo mio marito(io solo stagionalmente).Se dovrei fare qualche intervento che tempi di recupero ci sono? Le condizioni di vita non mi pemetono di non lavorare perciò la prego di consigliarmi come potrei reagire più rapidamente. Grazie.

[#3]  
Attivo dal 2010 al 2011
credo che la scelta piu urgente possa essere l'artroscopia del ginocchio per asportare la porzione di menisco che alla RMN risulta lesionata. questo intervento di solito permette un recupero buono in un mese. rimane comunque il problema artrosi del ginocchio, non risolvibile con una semplice artroscopia e che come ho già scritto, potrebbe essere in futuro affrontata con altre tecniche chirurgiche (che è improbabile definire ora senza averla visitata e senza aver valutato gli esami). il controllo del peso e qualche infiltrazione con acido ialuronico potrebbero permetterle di affrontare la stagione con dei dolori 'sopportabili', dolori che temo la seguiranno sempre soprattutto dopo giornate pesanti
non utilizzi troppi antinfiammatori
saluto

[#4] dopo  
Utente
Grazie per le risposte, mi sono statti d'aiuto, adesso almeno ho un quadro più chiaro della situazione. Certamente farò tutto quello che mi ha consigliato. Domani vado dal medico con tutti gli risultati degli analisi.Se per il futuro dovrei fare esami/visite/intervento potrei rivolgermi alla vostra clinica(per ipotesi)? Non posso permetermi di pagare tutto in privato,la maggior parte dovrei fare con l'asistenza mutua questo è possibile per la vostra struttura?Qualli sono i tempi e le modalità? Sono straniera e non conosco molto il sistema sanitario italiano. La ringrazio molto.

[#5]  
Attivo dal 2010 al 2011
Non so dove sia residente e se la mia struttura le è comoda per vicinanza siamo pronti a trattarla in regime pubblico (con mutua)
L'intervento di artroscopia al ginocchio è comunque ormai molto diffuso con degli standard qualitativi molto buoni in tutta la nostra penisola per cui le consiglio la struttura pubblica più vicina a casa sua, anche per praticità nei controlli postoperatori.
Un ulteriore consiglio è quello di farsi valutare subito da un ortopedico, poichè in tutte le strutture, soprattutto quelle pubbliche, c'è una lista d'attesa per l'intevento, e per essere pronta ad avviare il suo lavoro stagionale credo che il mese di Marzo-Aprile potrebbe essere già al limite.

[#6] dopo  
Utente
Volevo ringraziarla di nuovo e la informo che oggi sono stata messa nella lista dell'atesa per un'artroscopia ginocchio. Il medico ha confermato la diagnosi. Con l'artroscopia si vedrà quello che dovrei fare in futuro per la gamba. La mia domanda ulteriore è( se è cosi gentile da rispondermi di nuovo)- se dovrei fare un intervento di osteotomia correttiva e possibile un inserimento di qualche protesi o non e prevista?

[#7]  
Attivo dal 2010 al 2011
l'osteotomia è un intervento che viene fatto IN ALTERNATIVA alla protesi nei pazienti giovani.

[#8] dopo  
Utente
Ho chiesto questo perche il medico ha parlato della possibilità d'inserimento di una protesi in futuro. Per fare una osteotomia correttiva(alternativa alla protesi)che tipo d'esami dovrei fare(analisi/accertamenti/test)?.Penso d'iniziare subito tutti gli esami(dopo l'artroscopia) che devono essere eseguiti per essere pronta in autunno(apena finito lavorare) di fare l'intervento, cosi ho tempo di recupero/gamba nell'inverno(quanto ci vuole per il recupero aproposito?) .
Se la struttura che mi assiste adesso per l'artroscopia non sarà in grado d'effettuare questo tipo d'intervento(da come ho capito è molto specifico e non da tutti eseguibile)spero che lei sarà disposto ad applicare la sua professionalità nel mio caso(visto che ho la sua disponibilità data in precedenza).Se conferma ...Potrei contattarla sul suo sito ulteriormente ?

[#9]  
Attivo dal 2010 al 2011
credo che il medico che l'ha visitata abbia avuto la possibilità di valutare direttamente le radiografie e abbia dato l'indicazione corretta nel suo caso. faccia prima l'artroscopia e poi deciderà assieme a lui sul proseguio.

[#10] dopo  
Utente
Gentile dott-re, lunedi devo fare l'intervento di artroscopia. Grazie per i consigli.