Utente 558XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 25 anni, circa 6 mesi fa dopo una lunga nuotata
ho accusato un dolore al ginocchio destro che è passato dopo 3/4 giorni.
In realtà è rimasto un fastidio/dolore nella parte posteriore laterale del ginocchio. Sono andato a fare una visita ortopedica circa 4 mesi dopo, lamentandomi di un fastidio (non proprio un dolore) e il medico una volta visitato mi ha detto che gli sembrava strano il mio dolore e che non capiva cosa potesse essere. Mi ha prescritto un antinfiammatorio per 15 giorni più fascia medio rigida. Dopo la cura non è cambiato nulla. Adesso a distanza di 6 mesi
accuso ancora un fastidio/dolore quando esempio sto seduto in una posizione per un po di tempo ed alzandomi mi fa un pò male il ginocchio ma il dolore sparisce dopo circa 10 secondi. Cosa potrebbe essere, sono anche andato dal mio dottore della mutua e mi ha detto di non preoccuparmi che non è nulla. Il dolore è rimasto inviarito in
questi sei mesi. Cosa potrebbe essere?

[#1]  
Dr. Andrea D'Arrigo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Difficile far diagnosi senza averla visitata, comunque consiglierei una RMN per la valutazione dei tessuti molli.
Mi faccia sapere , cordiali saluti.
Dott. Andrea D'Arrigo
Specialista in chirurgia del Piede e Caviglia

[#2]  
Dr. Mirco Pietri

24% attività
0% attualità
0% socialità
PRATO (PO)
SCANDICCI (FI)
FIRENZE (FI)
CASTIGLION FIORENTINO (AR)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2008
Può essere un problema del punto d'angolo o, molto probabilmente, una tendinopatia del bicipite
Saluti

[#3] dopo  
Utente 558XXX

Buonasera,
In data 21-02-2008 dopo circa 10 mesi, sono andato a fare una RM è
questo è il risultato:

L'indagine RM non ha evidenziato alterazioni morfologiche né di intensità di segnale a carico delle fibrocartilagini meniscali, dei legamenti crociati, dei legamenti collaterali né del tendine rotuleo.
Si osserva sottile falda liquida nello sfondato sovrarotuleo e a livello del compartimento anetriore dell'articolazione, nei limiti del fisiologico.
La cartilagine articolare della faccetta esterna della rotula presenta regolare spessore, con puntiformi alterazioni di segnale per minimi fenomeni condropatici.
La cartilagine di rivestimento femoro-tibiali conservano regolare spessore ed intensità di segnale.
Potete dirmi cosa ne pensate?