Utente
BUONGIORNO,MI CHIAMO GIOVANNI ED HO 31 ANNI. HO UN PROBLEMA CHE MI ASSILLA DAL 1997.
IN QUEL PERIODO HO AVUTO UN INCIDENTE STRADALE FRONTALE CON UN ALTRA AUTO, IN CUI PER RIPARARMI IL VISO HO ALZATO LE GAMBE URTANDO VIOLENTEMENTE LE TIBIE CON IL CRUSCOTTO TANTO DA PROVOCARMI DELLE PICCOLE AMMACCATURE, PERALTRO ANCORA PRESENTI, E UN RIGONFIAMENTO DURATO PER GIORNI.
IO FACEVO L'ARBITRO DI CALCIO, E DOPO ALCUNI MESI, QUANDO INIZIO' LA STAGIONE, SIA NELLE GARE CHE NEGLI ALLENAMENTI AVVERTIVO DEI FORTI DOLORI ALLE TIBIE, COSA CHE NON MI ERA MAI SUCCESSO.
ANDAI DALL'ORTOPEDEICO, IL QUALE DOPO AVER FATTO LE RADIOGRAFIE, MI DISSE CHE SI TRATTAVA DI PERIOSTITE, FECI DI TUTTO, DAL TRATTAMENTO LASER, ALLA MESOTERAPIA, NIENTE DA FARE, ANDAI PERSINO DA UN FISIOTERAPISTA, MA NULLA. MI DISSERO IN UN SECONDO MOMENTO CHE ERA DOVUTO ALL'INCIDENTE E CHE DOVEVO SOPRAVVIVERCI, MA TALE RISPOSTA MI è SEMBRATA ALQUANTO ALEATORIA.
AD OGGI, IL DOLORE è CRONICO, A VOLTE SE DEVO FARE UNA PARTITA RESISTO AL DOLORE, MA IL PIU' DELLE VOLTE DEVO PRENDERE QUALCHE ANTINFIAMMATORIO(PUNTURE DI MUSCORIL E VOLTAREN O NIMESULIDE, PRIMA DELLA PARTITA). IO NON SO SE è RICONDUCIBILE A QUELL'INCIDENTE, MA DI SICURO PRIMA DI ESSO NON AVEVO MAI AVUTO PROBLEMI.
MI POTRESTE DARE DELLE INDICAZIONI SU COME E COSA FARE, ANCHE PERCHE' IO A TUTT'ORA NON SO QUALE SIA LA VERA CAUSA.
GRAZIE

[#1]  
Dr. Paolo Sailis

36% attività
16% attualità
16% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Salve,

dubito che, in assenza di lesioni ossee, il disturbo di cui lei parla possa essere attribuito ad un incidente di oltre 10 anni fa'. Sicuramente le consiglio di effettuare una visita ortopedica, lo specialista potra' valutare se il suo e' un dolore localizzato o irradiato e sottoporla ad ulteriori accertamenti.
Ci faccia sapere.
Dr. Paolo Sailis
paolo.sailis@gmail.com

[#2] dopo  
Utente
in questi dieci anni ho girato più di un ortopedico, le radiografie indicano una periostite in un tratto di circa 5 cm in entrambi le tibie, anche se poi il dolore lo avverto in tutta la tibia,sia in alto che lateralmente, io non posso neanche toccare alcuni punti della tibia, mi fanno troppo male. oltre al laser cosa posso fare? e poi mi consiglia di fare un rnm?(non l'ho mai fatta, anche perchè i medici mi dicevano che dalle radiografie già si vedeva).
anche a me sembra strano che l'incidente abbia potuto creare questo disturbo, io ho fatto rx dopo l'incidente e non avevo lesioni.
io abito d acireale(ct), mi saprebbe indicare qualcuno veramente affidabile dove farmi vedere, le sarei davvero grato
grazie
giovanni

[#3]  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
In questi casi do risposta sempre dopo l'ortopedico. Di cure "abituali" sull'osso (e di valutazioni) ne ha fatte molte, però quando tocca la gamba lei tocca dei muscoli, organi deputati al movimento. Se il suo schema del passo fosse sbagliato? I dolori potrebbero essere muscolari!
Quindi potrebbe trattarsi di un disturbo del movimento (postura dinamica).
Saluti
Daniele Tonlorenzi
https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4] dopo  
Utente
ultimamente, ho girato qualche fisioterapista e ortopedico, mi hanno detto che è molto probabile che l'incidente abbia causato delle lesioni al periostio, e con tutta probabilità il fatto che io abbia fatto terapie dopo 6 mesi dall'incidente è stato determinante. qualcuno mi ha anche detto che con un intervento chirurgico di pulizia delle tibie si riuscirebbe ad avere risultati.
cosa mi consigliate.
p.s. nelle rx vi è presenza di calcificazioni

[#5]  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
A questa domanda facciamo rispondere l'ortopedico. Nel Suo caso la prima parola (e l'ultima) toccano a Lui. La valutazione posturale è solo un altro esame fatto per comprendere meglio (un pò come l'rx).
Saluti
Daniele Tonlorenzi
https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#6]  
Dr. Paolo Sailis

36% attività
16% attualità
16% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Avrei bisogno di vedere le sue Rx, comunque e' molto strano che il disturbo possa riferirsi a quell'incidente. non trovo nessuna utilita' nell'eseguire un intervento chirurgico.
La saluto.
Dr. Paolo Sailis
paolo.sailis@gmail.com