Utente
Gentile Dottore,
Sono una ragazza di 26 anni dalla fine di luglio avverto un dolore alla pressione sull'osso sacro, premetto che non sono caduta di sedere se non da piccola più di qualche volta ma non nel recente periodo, inizialmente non ho dato tanto peso a questo dolore perché pensavo fosse una cosa momentanea.
Dopo 1 mese vedendo che non passava mi sono recata dal mio medico che mi ha detto di applicare gentalyn beta.
Alla fine della terapia torno dalla dottoressa perché purtroppo suddetto farmaco non ha fatto effetto. Le dico che comunque sento una piccola protuberanza al tatto e la dottoressa mi prescrive un ecografia e una lastra al sacro/coccige.
Referto Eco "a sede precoccigea è presente una formazione ipoecogena parzialmente calcifica di circa cm 0.6 che può essere interpretata come possibile pregresso ematoma organizzato e calcifico" ed RX "sul versante dorsale delle prime strutture metameriche del coccige si evidenzia un immagine grossolanamente rotondeggiante a densità calcifica di circa 1 cm ben evidenziabile anche nella proiezione AP". Vado dal neurochirurgo che mi seguiva per altri problemi alla schiena (cervicale e minuta protrusione L3-L4) mi prescrive la RM lombo sacro coccigea e mi da del voltaren da applicare nella zona e mi dice di evitare la pressione usando una ciambella (senza successo). Esito della RM "ampiezza regolare del canale vertebrale nel tratto lombare e sacrale. Regolari le unità doscovertebrali del tratto lombare. Ampiezza normale del canale vertebrale è dei fora i di coniugazione lombari e sacrali. Regolare decorso e morfologia delle radici della cauda. Non evidenti alterazioni focali d'intensità di segnale nel contesto dei segmenti scheletrico lombosacrali. Lieve procidenza posteriore del profilo dell'arco vertebrale S4 in corrispondenza del punto di angolazione anteriore sacro-coccigea, con margini lisci e regolare rappresentazione spongiosa e corticale. Eventuali conferme con Rx e/o TC se clinicamente utile".
Porto il risultato al neurochirurgo il quale mi dice che non è nulla di grave e gli comunico nel frattempo sono andata dal fisiatra, presso lo studio dove pratico ginnastica posturale saltuariamente, che dopo avermi visitata, visto gli esami e effettuato una manovra per vedere la posizione del coggige mi prescrive per coccigodinia 10 sedute di laser e 10 sedute di ultrasuoni ad oggi sono alla 6^ seduta ma non noto miglioramenti. Inoltre si è aggiunto un dolore alla zona lombare. Sono anche andata di nuovo dalla dottoressa di base la quale mi ha prescritto 4 giorni di oki (uno al dì) ma non ha avuto grandi effetti solo alla zona lombare mi calmava il dolore quando lo prendevo ma poi tornava. Io ho pensato che il dolore alla lombare possa essere dato da questo problema al sacro e sinceramente sono una persona molto ansiosa e non vedendo miglioramenti ho molta paura adesso, ho paura di avere qualcosa di grave perché vedo che non mi passa e non so cosa pensare. Vorrei un ulteriore parere, grazie.

[#1]  
Dr. Sandro Reverberi

24% attività
12% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
il dolore sacro-coccigeo è piuttosto frequente, ma raramente si accompagna ad alterazioni strutturali con formazione di ossificazioni E' poi strano che questa ossificazione venga descritta nelle radiografie e nell'ecografia e invece nella RMN si parli solo di una anomalia dell'arco posteriore di S4 a livello della angolazione sacro-coccigea. Credo che, visto che Lei continua ad aver dolore e la diagnosi è poco chiara, Le convenga fare la TC che è stata suggerita in occasione della RNM..
Dr. Sandro Reverberi