Utente
Salve, in questo brutto periodo per il nostro paese, vorrei dire un grazie a tutti i dottori che stanno lottando per salvare più persone possibili.


Pongo qui il mio quesito, riguardo un dolore alla spalla che attanaglia la mia ragazza da una quindicina di giorni.

Preferiamo non andare in ospedale visto il periodo, allora proviamo ad esporre qui il piccolo problema.

Questo dolore è venuto all'improvviso senza nessun apparente motivo mentre era seduta in macchina, un dolore alla parte alta della spalla destra abbastanza forte da aver bisogno ogni giorno un antidolorifico per calmare il dolore.

Le fa male quando respira, starnutisce o tossisce e non vuole passare.

Lo so che senza una visita mirata è difficile fare una diagnosi ma almeno avere un'idea di cosa possa essere e cosa fare per alleviare il dolore.


Grazie
Saluti

[#1]  
Dr. Silvio Boer

28% attività
16% attualità
16% socialità
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
In questo periodo siamo abituati a fare consulenze via mail o telefoniche e quindi avete fatto bene a non recarvi in ospedale dato l'emergenza CoronaVirus. In genere il dolore che riferisce la sua ragazza è determinato da un problema articolare alla spalla legato ad una infiammazione della cuffia dei rotatori (Tendinite). Se è così il dolore dovrebbe comparire soprattutto nei movimenti. Il fatto che dia fastidio anche con il respiro potrebbe anche in questo caso essere per il movimento del respiro. La tosse e gli starnuti uguale controllate solo se ha anche temperatura, febbre sopra 38gradi esterna. Conviene prendere solo del Paracetamolo (Tachipirina 2 o 3 volte al giorno) e tenere la spalla a riposo. Se non passa in 4\5 gg ci faccia sapere. Cordiali saluti, Dr.Silvio BO R
Dr. Silvio BOER
Specialista ORTOPEDIA e TRAUMATOLOGIA
Ex Medico Sociale Hockey Club ValPellice

[#2]  
Prof. Enrico Pelilli

24% attività
20% attualità
12% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2016
Concordo con quanto scritto dal Collega e amico.
All'80% si tratta di una tendinite della spalla, però questa riacutizzazione agli starnuti o alla tosse, non permette di escludere (20%) un dolore viscerale riflesso.
Certo, poter posizionare solo una mano sulla spalla, sarebbe sufficiente a riconoscere l'origine del dolore (nessun dolore locale = a dolore viscerale riflesso).
Quindi, confermando che in questo momento non è prudente frequentare posti affollati come gli ospedali, le confermo di controllare la temperatura (tosse e febbre e dolori articolari -> sospetto Covid-19).
Per il dolore il Paracetamolo (che probabilmente conosce con il nome commerciale Tachipirina) è il primo analgesico da scegliere, nel dosaggio da 1000 g., per la bassissima tossicità nota, che ne consente l'uso anche in gravidanza, con somministrazioni ogni 4 ore, se necessario, anche 6 volte nella giornata.
Eviterei l'uso di antinfiammatori a base di ibuprofene (Brufen, Nurofen ecc.) perché sembrerebbe facilitare il Coronavirus.
In assenza di temperatura e senza un miglioramento nei prossimi giorni, mi recherei dal curante, su appuntamento, per una prima valutazione clinica ed eventuale prescrizione di esami diagnostici (ecografia e Rx).
Cordialmente
Dr. Enrico Pelilli
Specialista in Ortopedia e Traumatologia Infantile

[#3] dopo  
Utente
Innanzitutto grazie per le risposte.
No, non ha febbre o altri sintomi influenzali.
Come consigliato dal Prof. Pelilli abbiamo provato ad appoggiare la mano sopra la spalla e non sente alcun dolore locale.

Procederemo con la Tachipirina per i prossimi giorni e vi aggiorniamo.
Grazie ancora per la vostra diagnosi.

[#4]  
Prof. Enrico Pelilli

24% attività
20% attualità
12% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2016
Va bene. Voglio solo precisare che mettere una mano sulla spalla, non significa accarezzarla, ma palparla con i polpastrelli in profondità, onde evidenziare reazioni dolorose di tendini e guaine, che sono "protette" da masse muscolari superficiali significative.
Se tale palpazione continuasse a essere negativa (conviene procedere bilateralmente, per apprezzare la eventuale differenza, quello che è uguale è normale), aumenterebbero le possibilità di un dolore viscerale riflesso, più d'interesse internistico che ortopedico.
Dr. Enrico Pelilli
Specialista in Ortopedia e Traumatologia Infantile

[#5] dopo  
Utente
Abbiamo riprovato con una palpitazione più decisa e ancora nessuno dolore apparente al tocco.
Poi non sapendo bene come e dove premere probabilmente sbagliamo qualcosa.
Comunque procediamo con la Tachipirina e ci aggiorniamo nei prossimi giorni.
Ancora grazie.

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno, alla fine il dolore è calato leggermente ma ancora persiste.
Appena si calmano le acque andiamo direttamente dalla dottoressa per una visita specifica.
Grazie per le risposte.

[#7]  
Prof. Enrico Pelilli

24% attività
20% attualità
12% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2016
Molto probabilmente i dolore alla spalla è di tipo riflesso, viscerale. Comunque esiste la capacità del nostro organismo di risolvere molti problemi e qui sembra stia funzionando.
Probabilmente, alla fine, passato il dolore, l'eziologia (cioè la causa) rimarrà ignota.
Dr. Enrico Pelilli
Specialista in Ortopedia e Traumatologia Infantile