Utente
Buongiorno! Spiace disturbavi in questo periodo per altre cose, ma avrei bisogno di un parere.
Circa 3 settimane fa mentre camminavo in campagna procedendo in discesa (dall'alto verso il basso, dalla salita verso la discesa a valle), qualcosa che usciva dal terreno mi è entrato sotto la pianta del piede, forse un ramo o una pietra provocandomi dolore.
Avendo semplici scarpe da tennis l'urto è stato abbastanza doloroso.
Tornato a casa ho notato che comunque la scarpa non si era bucata (aveva un piccolo danno, una rientranza) e che c'era solo un piccolo rossore dove avevo ricevuto la botta.
Rossore che è subito scomparso (subito dopo la collisione) senza lasciare lividi ematomi gonfiori ecc.
Ho notato, però, la settimana dopo, che camminando avvertivo un certo fastidio, se stavo in piedi parecchio tempo (almeno un'ora-un'ora e mezza) mi pizzicava sotto il piede.
Il colpo l'ho ricevuto sotto la pianta del piede, dal basso verso l'alto, nella parte centrale-superiore, leggermente a destra, diciamo nella parte dove le ossa ricordano un po' un ferro di cavallo.
Ora vista la situazione del contagio, vorrei evitare di recarmi dal medico o in ospedale se magari fosse solo una semplice contusione.
Perciò, vi chiedo se in base alle informazioni datevi mi sapreste dire cosa sia successo.
è cioè sicuramente un trauma che ha portato a... contusione microfrattura frattura perforazione lesione lacerazione scheggiamento lussazione dell'osso?
Dal giorno del trauma, dopo averci dormito una o 2 notti, il dolore è diventato fastidio (anche se comunque potevo camminarci anche 2 sec dopo la botta, sono tornato a casa sui miei piedi), nella successiva settimana quando camminavo avvertivo un certo fastidio, qualcosa che non era apposto insomma, un colpo ricevuto, che bruciava in quel punto; da una settimana invece posso camminare tranquillamente senza avvertire neppure fastidio e avverto una sensazione di fastidio unicamente quando carico il piede per salire su qualcosa o se cammino continuamente per 4-5 ore o se salto.
Ovviamente ho cercato in questi giorni di riposare, un po' di ghiaccio, una fascia al piede, oltre a cercare di non caricare il piede colpito.
Tengo a precisare di nuovo che non c'è rossore lividi edema ematomi corpi estranei o cose scomposte, neppure subito dopo il trauma a parte un lieve rossore dovuto al contatto con quell'oggetto e che alla palpazione non avverto nessun problema; solo se provo a penetrare con le dita in profondità nella carne avverto un certo tremito.
Da qui mi chiedevo 2 cose:1) leggendo un po' circa alcuni sintomi e fratture che in alcuni casi bisogna operarsi, se si operano solo le fratture scomposte oppure se anche quelle composte necessitano di intervento e viceversa?
Esistono anche fratture composte da operare e scomposte che non si curano chirurgicamente?
2) se uno ha un piede fratturato può camminarci sopra, come ho fatto io?
Al di là di queste 2 domande generiche, vorrei il vostro giudizio circa il mio caso specifico grazie.

[#1]  
Dr. Daniele Tradati

28% attività
16% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2019
Prenota una visita specialistica
Caro utente,

per sapere se c'è una frattura o meno l'unico modo è eseguire una radiografia. Capita che ci possa essere una frattura e il paziente riesca a camminare, e viceversa. Le consiglio, se ha dubbi, di eseguire una radiografia al fine di impostare il percorso terapeutico corretto.
Per il capitolo intervento, ci sono interi libri dedicati solo ad un segmento scheletrico, direi quindi che non si può ridurre la questione in termini brevi.

Cordiali Saluti,
DT
Regalami un minuto del tuo tempo come io ho fatto con te, valuta la qualità della riposta lasciando una recensione.Il modo migliore per dire grazie

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per il suo tempo! L'unica cosa è non vorrei sentirmi dire semplicemente faccia come sta già facendo con riposo ghiaccio e fasce visto che la situazione non è così grave dato che può tranquillamente camminarci sopra.....

[#3] dopo  
Utente
E un'altra cosa, ma tenendo presente che la mia condizione migliora, seppur lentamente, a cosa può portare continuando queste pratiche che ho già adottato? Proseguendo con ghiaccio, riposo, massaggi, antidolorifici, bendaggio e cercando di non caricare il peso e sforzare troppo il piede in questione, può portare a conseguenze dannose impreviste? Dato che qualche miglioramente tra le due settimane l'ho riscontrato?

[#4] dopo  
Utente
Si tratta di un'incisione dell'avampiede, mi hanno consigliato del riposo per 10-15 giorni, ma ancora non se ne va completamente. Qulche buon suggerimento o consiglio per far cicatrizzare subire la crepa?