Utente
Salve, chiedo un consulto su un mio dubbio.
Sono un ragazzo sportivo e mi sono sempre piaciuti gli sport estremi, circa 4 anni fa sono caduto facendo skateboarding e mi storsi la caviglia destra dopo un grande salto.
Convinto fosse una semplice distorsione presi l'irresponsabile decisione di non andare in ospedale e la curai con ghiaccio giornaliero e pomate, il gonfiore mi durò circa 6 mesi e il dolore 2 mesi, riuscivo però a camminare anche il giorno dopo ma con molto dolore.
Due giorni fa, mi sono storto la caviglia sinistra, il piede mi ha provocato lo stesso dolore che avevo provato la scorsa volta col piede destro, ed era gonfio nello stesso punto di dov'era gonfio il destro (Sull'epifisi prossimale del V metatarso), sta volta andai in pronto soccorso ed è risultata una frattura composta del V metatarso.
Ora mi sorge il dubbio che la distorsione che ebbi 4 anni fa era in realtà un'altra frattura di Jones, leggendo su internet ho scoperto che se non curata può portare a deformazioni o disabilità del piede in questione, io però non ho niente, possibile che abbia avuto così tanta fortuna?
C'è un modo per sapere se avevo rotto il piede?
Grazie.

[#1]  
Dr. Andrea Nardi

20% attività
8% attualità
0% socialità
PERUGIA (PG)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2012
Buongiorno.
Non si può escludere che nel trauma di 4 anni fa che non è stato indagato con una radiografia ci possa essere stata una frattura; se così fosse è sicuramente guarita anche per l'età avuta al momento del trauma ,14 anni, quindi un metabolismo riparativo della frattura vivace.

Quello che le posso dire, da quanto scrive, è che ora si tratta di una frattura recente poiché se l'eventuale frattura di 4 anni fa non fosse guarita oggi l'immagine radiografica avrebbe tutti gli elementi per fare diagnosi di "pseudoartrosi" cioè mancata guarigione di una frattura.

La saluto.
Dr. Andrea Nardi
Specialista in Ortopedia e Traumatologia
Master di 2° livello in Chirurgia della Mano - Univ di Modena e Reggio Emilia