Peggioramento dopo intervento polipi nasali

Buongiorno.
Da 20 anni ho la colite ulcerosa che tengo sotto controllo abbastanza bene.
2 anni fa ho avuto una forte influenza con febbre a 41 e perdita del senso del gusto e dell'olfatto.
Secondo i medici non è stato covid.
Dopo mesi di ricerche mi dicono che la perdita totale di gusto ed olfatto è dovuta a vari polipi nasali e decidono di operarmi in anestesia generale con un intervento durato varie ore.
Dopo l'intervento recupero i due sensi per un totale di 5 giorni e poi spariscono di nuovo. Continuo con regolarità le irrigazioni nasali con soluzione ipertonica e pulmicort 2 volte al giorno. Il naso è libero ma ho un terribile scolo retrosternale. Mi compare un'improvvisa asma ed allergie a farmaci fino ad allora assunti con tranquillità.
Dopo 1 mese mi dicono che sono ricomparsi dei polipi e cominciano a parlare di varie sindromi rare e mi mandano da ogni tipo di specialisti.
Tutto negativo.
Poi si ripresenta la colite in modo violento e faccio un lungo ciclo di cortisone grazie al quale mi tornano il gusto e l'olfatto.
Appena riesco a lasciare il cortisone perché la colite si calma, perdo immediatamente i due sensi. Nel frattempo l'asma non c'è più ma continua il muco retrosternale.
Insomma, l'intervento invece di risolvere, ha procurato solo una riacutizzazione dello stato infiammatorio intestinale ed un peggioramento del mio stato di salute generale.
Secondo i medici non posso fare niente per riacquistare i sensi che ho perso.
Sono condannato a non sentire mai più il profumo ed il gusto di quello che mangio?
Grazie anticipatamente per un vostro consiglio.
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 35.4k 1.2k 2
Non possiamo escludere che l'intervento cui si è sottoposto non sia stato del tutto risolutivo, magari per l'incompleto svuotamento dei seni paranasali interessati dal processo infiammatorio cronico. A questo punto, sarebbe necessaria una nuova valutazione della patologia attraverso un nuovo esame radiologico, ovvero con una CT Cone Beam dei seni paranasali. Una volta in possesso della risposta, consiglio di chiedere in merito un Consulto di un altro Specialista esperto in questo tipo di Chirurgia per sua tranquillità
Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori