Utente
Salve, ho 39 anni e soffro della sindrome posizionale vertiginosa benigna, l’ho avuta per 3 volte a distanza di quasi 2 anni. Il problema che da quando l’ho avuta io non vivo più.
Ho sempre paura che ritorni, che sono da sola in casa, perche io mi trascino gli strasischi per 2 mesi, come l’ultima volta.
Ho fatto tutte le visite dall’ottorino e risonanza magnetica da cui non è riscontrato niente, ma perché allora mi vengono?
Io soffro anche di malocclusione dentale e scomparsa della fisiologica lordosi, ci può essere una correlazione fra le cose?
Ma davvero non si può fare niente per prevenirle e scoprirne la causa?

Io ho paura ad uscire da sola, non posso vivere autonomamente, ho paura di andare al mare, come posso vivere cosi? Tutto ciò mi sta distruggendo psicologicamente, perche i vari ottorini mi dicono che posso venire all’improviso, senza nessuna causa particolare, e ciò non mi fa stare tranquilla, perché ovviamente quando sento la testa strana, allora penso che sia un’altra crisi, dato che vengono all’improvviso, anche a distanza di una settimana, e cosi’ non vivo piu’, ho perso interesse in tutto.
Poi siccome sono sempre venute allo stesso modo, mi alzo la mattina senza avere niente, alzo le serrande della mia attività che ho sotto casa, aspetto che arrivi mio marito, salgo in casa mi sdraio 10 m. sul divano, e all’atto di alzarmi ho le vertigini. Per cui ogni volta che mi alzo io devo fare la prova, alzarmi sdraiarmi un tot di tempo e alzarmi, e se capita che esco senza fare cosi mi agito perche non so se possono venirmi oppure no, e ho quindi paura di andare al mare, perche mi sdraierei direttamente nel telo mare e se all’atto di alzarmi dovessero venirmi le vertigini?
Io cosi’ non posso piu’ andare avanti, ma non so neanche a chi rivolgermi dato che ho fatto le visite che dovevo fare. L’atra sera sono uscita e dopo un po stavo gia male, mi sentivo la testa pesante, come se non fosse attaccata al collo con senso di sbandamento, presa dall’agitazione sono rientrata a casa, dove passp per intero le mie giornate.
Cosa posso fare? Se potete aiutatemi

[#1]  
Dr. Domenico Cifarelli

24% attività
0% attualità
4% socialità
MATERA (MT)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2003
Gentile utente, in parole molto semplici si può dire che la vertigine parossistica posizionale benigna (VPPB) è un problema risolvibile con delle manovre particolari, che cambiano in dipendenza del canale semicircolare interessato ( che fa parte di una struttura che si trova nell'orecchio interno, deputata all'equilibrio). Questa terapia "fisica" viene eseguita dall'Otorino esperto in problemi di Vertigine e può essere eseguita presso un centro di Vestibologia qualificato, che normalmente fa parte integrante delle Divisioni di Otorinolaringoiatria un pò dappertutto. Tali manovre sono in grado di risolverle il problema immediatamente! L'unico problema, se così si può dire, è che non è possibile prevedere in alcun modo se la sua VPPB recidiverà, quando e con quale frequenza temporale.
La cosa che deve tenere ben a mente è che si tratta di patologia benigna e che, nella gran parte dei casi, comunque, si risolve bene già alla prima seduta terapeutica se ben condotta.
Cerchi quindi il centro di Vestibologia a lei più vicino .
Auguri

Domenico Cifarelli
Otorinolaringoiatra
Allergologo

[#2]  
Dr. Luigi Califano

24% attività
0% attualità
8% socialità
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Gentile Signora,
mi sembra che il suo problema attualmente non sia la vertigine, che non ha, ma la paura che possa tornarle.
Credo che sia opportuno rivolgersi ad uno Psicoterapeuta per risolvere questa fobia che non la fa più vivere bene.
Se la vertigine posizionale ritornerà, la affronterà in quella fase con le classiche manovre liberatorie che già conosce.
Cordiali saluti
Dottor Luigi Califano
Luigi Califano