Utente 556XXX
Egr. dottore,
volevo avere un'informazione.
Mia suocera mi ha chiesto di rivolgermi a voi, in quanto da 2 mesi le si è ingrossato un linfonodo sul collo.
Dall'ecografia, i medici hanno diagnosticato: linfonodo vascolarizzato verosimilmente flogistico a livello giugulo carotideo.
Per questo linfonodo, le hanno dato una cura con antibiotici e una crema da spalmare per 15 giorni, dicendole che se non si rimpiccioliva, avrebbero fatto l'agoaspirato.
Essendo il linfonodo sempre grosso (grandezza di metà noce), 4 giorni prima della fine della cura, in ospedale hanno pensato di procedere immediatamente con l'agoaspirato, dicendole che tra 10 giorni le daranno l'esito.
Innanzitutto vorrei sapere se è possibile che sia un tumore.
Inoltre mia suocera non sa se deve proseguire la terapia che le hanno somministrato o se può smetterla. Ed eventualmente se dovrà smetterla o proseguirla anche dopo i famosi 15 giorni.
Non so di preciso quali medicinali le stanno facendo assumere, però eventualmente posso informarmi.
Vi ringrazio per la vostra attenzione

[#1]  
Prof. Nicola Lombardo

20% attività
0% attualità
0% socialità
SOVERATO (CZ)
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Buongiorno egregio signore, ritengo che sia necessario aspettare l'esito dell'agoaspirato anche se allo stato non ho capito se sua suocera sia stata vista da un otorino, in quanto la presenza di un linfonodo latero cervicale impone una valutazione endoscopica dei distretti orl. Rimango in attesa di ulteriori notizie auguri nicola lombardo

[#2] dopo  
Utente 556XXX

Buongiorno, la ringrazio per la risposta.
Mia suocera è stata vista in ospedale ma non si è ancora rivolta ad uno specialista, perchè pensa di aspettare prima gli esiti dell'agoaspirato e perchè il medico di base non le ha saputo dire a quale specialista dovrebbe rivolgersi.
Mi conferma che deve prendere appuntamento da un otorino? Secondo lei è necessario aspettare gli esiti dell'agoaspirato (che saranno pronti il 7 febbraio) oppure prendere già un appuntamento mostrando l'ecografia?
Quali possono essere le cause dell'ingrossamento del linfonodo?
Possono essere cause tumorali?
Distinti saluti

[#3]  
Dr. Andrea Muzza

24% attività
0% attualità
12% socialità
SAVONA (SV)
LOANO (SV)
FINALE LIGURE (SV)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
buongiorno a questo punto aspetteri l'esito e programmerei subito dopo una valutazione ORL completa di fibroendoscopia con le quali verosimilmente si potrà conoscere l'origine del linfondo e programmare eventualmente il giusto trattamento.
cordiali saluti
Dott. Andrea Muzza
Specialista in Otorinolaringoiatria
Dirigente Medico I livello Ospedale San Paolo Savona
www.andreamuzza.it

[#4] dopo  
Utente 556XXX

Salve.
Oggi mia suocera ha ricevuto una chiamata dal medico dell'ospedale, il quale le ha chiesto di poter fare urgentemente un colloquio, in quanto gli è stato riferito che gli esiti dell'agoaspirato sono abbastanza brutti. Non le ha detto nulla con precisione, perchè vuole prima avere il referto dal laboratorio, però le ha detto che andrà tolto e che poi lo faranno analizzare.
A questo punto crediamo sia un tumore.
Sarà ancora necessaria la valutazione ORL? Mia suocera ha pensato di rivolgersi immediatamente all'istituto oncologico europeo di Milano del dott. Veronesi.
Grazie per i vostri consigli esperti.

[#5]  
Dr. Andrea Muzza

24% attività
0% attualità
12% socialità
SAVONA (SV)
LOANO (SV)
FINALE LIGURE (SV)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
buongiorno eventualmente allo IEO (veronesi) prima di toglierlo sarà comunque OBBLIGATORIA una valutazione specialistica ORL correlata di fibroendoscopia del distretto testa-collo!!
allo IEO deve rivolgersi alla equipe del Dott. Fausto Chiesa (chirurgia cervico-facciale).
rimango a sua disposizione!
Dott. Andrea Muzza
Specialista in Otorinolaringoiatria
Dirigente Medico I livello Ospedale San Paolo Savona
www.andreamuzza.it

[#6] dopo  
Utente 556XXX

Salve.
E' arrivato l'esito e mia suocera presenta cellule tumorali maligne.
Il medico che le ha fornito l'esito, ha sottolineato che quando delle cellule tumorali giungono al collo sono quasi sempre metastasi e che di solito il tumore ha già preso altri organi ed è una condizione ormai grave.
In casa sono tutti un po' spaventati da questa cosa. Mia suocera non avverte nessun dolore in nessuna parte del corpo.
E' vero quanto sottolineato dal medico o è stato un po' esagerato nella sua comunicazione?
Mercoledì farà una visita da uno specialista.
Potete darmi indicazioni sulla comunicazione del medico? E' vero che quando un nodulo arriva al collo è segno di un tumore che ha colpito altri organi?
Grazie

[#7]  
Dr. Andrea Muzza

24% attività
0% attualità
12% socialità
SAVONA (SV)
LOANO (SV)
FINALE LIGURE (SV)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
non sempre la presenza di cellule tumorali al collo è segno di malattie incurabili, anzi! verosimilmente è il segno che nel distretto testa-collo c'è la malattia primitiva e per questo occorre la valutazione clinica da parte dello specialista ORL che così potrà individuare l'origine e la sede della malattia per meglio programmare le terapie del caso!!
verosimilmente il vs medico ha cercato di mettervi fretta e fare in modo di non trascurare la cosa!
cordiali saluti
Dott. Andrea Muzza
Specialista in Otorinolaringoiatria
Dirigente Medico I livello Ospedale San Paolo Savona
www.andreamuzza.it