Tumore parotide

Salve, ho 42 anni, dal 2001 circa accuso dei dolori saltuari all'orecchio sinistro. Ho fatta alcune visite con otorini ma il problema non veniva risolto. Negli ultimi tempi il dolore aveva una durata di 1 o 2 secondi con una frequenza di 2/3 volte al giorno).
Dopo varie analisi di cui riporto le ultime:
• 13/06/01 Visita otorino (otalgia)
• 04/04/05 Visita ori (go roi nella norma)
• 20/04/05 Esame audiometrico (nella norma)
• 28/04/05 Radiografia colonna cervicale (Lievi note artrosiche cervicali con interessamento disco somatico (C6-7))
• 10/11/05 RX colonna lombosacrale (alterazione di segnale per distrazione del disco intersomatico L4-L5)
• 30/05/05 Risonanza magnetica cranio (non si sono osservati apsetti patogeni a carico delle formazioni parenchiali sovra e sottotentoriali. Cavità liquorali nella norma))
• 02/04/07 Ecografica collo (Riscontrato nodulo solido liquido ipoecogeno a margini polilobati di circa 1 cm nel prolungamento parotideo sx ipervascolarizzato)
• 06/04/07 RM collo, MDC gadolinio (in prossimità della parotide sx, nella porzione più superficiale è apprezzabile una modulazione solida rotondeggiante con diam. Di circa 1 cm, con margini piuttosto netti. Natura solida.Normale il resto.)
• 06/04/07 RM torace (non sono rilevabili…)
• 02/05/07 Agoaspirato (quadro citologico compatibile con un adenoideo cistico)
E’ statto riscontrato un nodulo maligno ed il 23/05/07 ho effettuato l’intervento alla parotide con asportazione totale.
Il risultato istoligico è:
• 25/06/07 Ricevuto esito istologico (ESAME MACROSCOPICO: perviene in formalina P.O. di parotidectomia totale sinistra di gr. 17, cm 5x4x1 con presenza nodulo biancastro solido di cm 0.9x0.6x0.9 e 2 frammenti staccati piccoli . DIAGNOSI: Carcinoma adenoide cistico a margini discretamente circoscritti, pattern tubulare-cribriforme, indice mitotico di 13/10 HPF, infiltrante piccoli rami nervosi intratumorali e il parenchima contiguo (1,2,3). La neoplasia è contenuto entro l’ambito ghiandolare. Non localizzazione metastatica in 7 linfonodi intra e iuxtaghiandolari (1,4,5). STADIAZIONE: p T1 p N0 SNOMED: T-610000 M-82003 CEA Esito: -/+ CK 7 Esito: + S100 Esito: -/+ CD117 Esito:+

Dopo circa 20 giorni dall'intervento mi si è ripresentato il dolore 1 volta ogni 2 giorni.
Questo dolore può dipendere dall'adenoide cistico alla parotide ?
Se no, da cosa può dipendere ?
Ho in programma di fare una TAC al collo + regione massiccio facciale + mastoide il 07/07/07.
E’ consigliabile richiedere altri esami ?

Dopo l'intervento mi hanno detto di fare una visita fra 3 mesi e non mi hanno prescitto cure (radioterapie o altro). Come mai ?
Ho sentito dire che alcuni i tumori sono radioresistenti; Quali ?
E' consigliabile effettuare delle cure in attesa del prossimo controllo ?
Ho letto che i tumori delle ghiandole salivari esprimono talvolta i recettori estrogenici: Conviene effettuare una terapia ormonale con antiestrogeni ?
Quali sono i controlli consigliati per la mia situazione ?
Devo mettermi in contatto con un encolo per far seguire in modo più particolareggiato il problema?
Chi mi consiglia ? (Io abito nel Valdarno (AR))
Sandra
[#1]
Dr. Andrea Muzza Otorinolaringoiatra 153 2
dalla documentazione che ci ha inviato mi sembra che la stiano curando al meglio, giustamente per un pT1pN0 con margini indenni non farei eseguire radioterapia o adroterapia, ma conserverei queste armi "nel cassetto" in caso di bisogno. Inoltre le neoplasie salivari non sono in genere molto radiosensibili, giustamente occorre eseguire dei controlli clinici e radiologici (meglio la RMN con e senza gadolinio) periodici anche a livello del polmone, per la storia naturale del tumore adenoide-cistico occorre essere seguiti per diversi anni, oltre 10 anni!
per i recettori estrogenici se ne parla molto ma credo che nella pratica clinica si faccia ben poco, sicuramente è un tema da approfondire.
per il dolore verosimilmente sono gli esiti dell'intervento, comunque esegua la TC e poi ci aggiornerà.
cordiali saluti.
dott. andrea muzza

Dott. Andrea Muzza
Specialista in Otorinolaringoiatria
Dirigente Medico I livello Ospedale San Paolo Savona
www.andreamuzza.it

[#2]
Dr. Carlo Pastore Oncologo 3,9k 133 1
Cara Sandra,

mi trovo senza dubbio in accordo con il Collega Dr. Muzza. I controlli periodici sono indicati ed un follow-up accorto mi sembra la migliore strategia.

Molto cordialmente,

Dr. Carlo Pastore

Dr. Carlo Pastore
https://www.ipertermiaitalia.it/

[#3]
dopo
Utente
Utente
Scusate, ma il dolore saltuario che ho all'orecchio SX anche da prima l'intervento può dipendere dall'adenodeio cistico che avevo alla parotide oppure da quali altre cause ? L'indice mitotico di 13/10 HPF è un valor alto ? Cordiali Saluti, Sandra.
[#4]
Dr. Domenico Cifarelli Otorinolaringoiatra, Allergologo 65
Gentile utente, concordo con quanto detto dai colleghi. I tumori maligni della parotide danno, nell'ambito del loro quadro clinico,dolore; in più il tumore adenoide-cistico è un tumore con elevato neurotropismo, per cui può darsi che il dolore possa essere dipeso, prima dell'intervento, da questo. Quello sopraggiunto successivamente può essere un esito dell'intervento stesso, effettuato alla fine di maggio. Non stia a preoccuparsi del fatto che l'indice mitotico sia più o meno alto, perchè la buona riuscita dell'intervento dipende soprattutto dalla sua radicalità: visto che l'agoaspirato deponeva per una forma maligna, nell'intervento è stato eseguito uno svuotamento laterocervicale?
Nel follow-up, visto il neurotropismo del tumore, eseguirei anche RMN basicranio-encefalo ogni anno.
Cordiali saluti
Domenico CIfarelli

Domenico Cifarelli
Otorinolaringoiatra
Allergologo

[#5]
dopo
Utente
Utente
Non so se è stata eseguita uno svuotamento laterocervicale (e non so precisamente cosa significhi). Nella cartella clinica ho trovato le seguenti informazioni :
INTERVENTO: Parotidectomia totale SX: incisione cutanea a baionetta pre-auricolare. Scollamento capsula parotidea. Isolamentode m. digastrico. Ricerca del tronco principale del nervo facciale. Si segue nelle sue più fini diramazioni. Parotidectomia totale. Riempimento breccia operatoria con lembo di muscolo Sterno cleido-Matoideo. Drenaggio in aspirazione. Sutura.
Quando ho ricevuto l’esame istologico, mi era stato detto che erano stati tolti 7 linfonodi (ma non colpiti dal tumore), come risulta anche nella diagnosi dell’esame precedentemente gia riportato.
In data 05/07/2007 ho effettuato anche i seguenti esami: T.C. MASSICCIO FACCIALE T.C. MASTOIDE T.C. COLLO MDC IODATO (Esame eseguito con acquisizioni assiali e somministrazione di contrasto iodato per via venosa. A livello delle mastoidi le immagini sono state valutate con programma di risoluzione per osso. MASSICCIO FACCIALE Regolare trasparenza dei seni paranasali, regolare pervietà del complesso ostiomeatale. COLLO Nella norma carotide di destra. Esiti di intervento chirurgico a carico della carotide di sinistra che si presenta di ridotte dimensioni, senza grossolane disomogeneità strutturali. E' presente un modesto edema dei tessuti sottocutanei circostanti in sede posteriore in relazione al recente intervento chirurgico. Si consiglia valutazione a distanza, eventualmente con RM. Linfonodi inferiori al volume critico sono presenti in sede latero-cervicale bilaterale che si seguono in basso fino all'altezza della cartilagine tiroide. Regolare pneumatizzazione delle celle mastoidee; non alterazioni della struttura ossea).
Il dolore saltuario è diminuito. L’ultima volta è stato 10 giorni fa. Un ringraziamento per il Vostro interessamento e le Vostre risposte. Cordiali Saluti Sandry.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test