Utente
Salve, volevo un'informazione riguardo le tonsille criptiche caseose. Mi sono informato e a quanto pare l'unica cura definitiva è la rimozione delle tonsille. Ho consultato un otorino ma mi è stato detto che non è prevista l'asportazione delle tonsille per questo genere di problemi in quanto non ritenuto grave e l'operazione potrebbe essere rischiosa poichè prevede un'anestesia totale. Io, purtroppo, soffro di questa patologia e la mia vita sociale è veramente limitata, inoltre devo stare perennemente con una chewing-gum in bocca! La mia domanda, quindi, è la seguente: E' possibile rimuovere le tonsille per questo genere di problema? L'otorino che ho consultato non mi sembrava molto "preparato", ecco.
Grazie in anticipo della risposta, saluti!

[#1]  
Dr. Claudio Lambertoni

24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile Signore,
da quanto mi scrive penso che lei soffra di una forma di tonsillite cronica detta "criptico-caseosa" per la presenza di cavità tonsillari dilatate (cripte) e di zaffi biancastri maleodoranti (caseum) che si formano all'interno delle cripte e che possono causare alitosi e infezioni ripetute.
Si tratta in effetti di una lieve ma persistente infiammazione cronica delle tonsille che può evolvere rarmente in complicazioni (infezioni ripetute, ascessi, malattie reumatiche).
Purtroppo la patologia non ha cure ne prevenzione e l'unica terapia, quando la vita di relazione è molto compromessa è la tonsillectomia.
Per l'intervento oggi usiamo tecniche che riducono di molto i rischi.

Veda anche:
http://www.otorinolaringoiatria.org/ORL/Nuovo%20sito/tonsillite%201.html
Dott. Claudio Lambertoni - Specialista in otorinolaringoiatria.
E - mail: claudiolambertoni@yahoo.it
MILANO - ROMA Tel: 335 6941190