Utente
Mio figlio di 8 anni soffre di epistassi da quando aveva circa 3 anni e mezzo. Negli anni precedenti e’ successo circa 4/5 volte l’anno e dopo le prime volte in cui ci siamo tutti spaventati molto abbiamo imparato a conviverci (a me da comunque molto fastidio). Ora sia con semplice acqua ossigenata sul cotone o al max con ugurol fiale la cosa si risolve abbastanza in fretta. Il problema e’ che da febbraio ad oggi e’ capitato 8/9 volte e nei momenti piu’ disparati (anche in macchina in autostrada), senza che il bambino abbia fatto nulla di che. L’ultimo episodio (un po’ forte) questa notte.
Ho provato di tutto, gli sto dando il mirtillo, gli metto pomata emofix/connettivina nel nasino, ho fatto cicli di vitamina C ma niente .. Ora ho prenotato una visita orl. Ho letto pareri discordanti sulla cauterizzazione, io so da dove perde il sangue si vede mettendo una lucina davanti al naso del bambino che ha come una piccola cicatrice sul setto verso la parte alta. Sembra essere una singola varice e in effetti il 90% delle volte sanguina dalla parte sin.
Vorrei sapere se invece l’intervento di scollamento della mucosa possa essere indicato in un bimbo di 8 anni e se si puo’ effettuare solo in ospedale pediatrico.
GRAZIE!
Barbara

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sicuramente, lo scollamento della mucosa nasale è l'intervento di elezione per la risoluzione della patologia. La cauterizzazione ormai è un intervento superato. Sottoporre un Bimbo di otto anni ad un intervento chirurgico per un problema come questo è una decisione su cui ci si deve riflettere e non poco. Proverei ancore con delle cure farmacologiche periodiche con antiemorragici, pomate emostatiche e integratori per rinforzare le pareti delle varici. Utile anche uno studio della coagulazione, se non è stato ancora fatto.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Gent. Dott. ho portato il bimbo a vedere dall'otorino che ha riscontrato una rinite secca crostosa. Lui ha detto che potrebbe anche essere la causa del peggioramento del sanguinamento nasale. In effetti il bambino ha secrezioni crostose che normalmente soffia dopo aver fatto lavaggio con soluzione salina. Il problema e' che lui le ha sempre avute (a fasi alterne, piu' o meno presenti) .. e io non mi ero troppo preoccupata perche' in effetti le eliminava soffiando e dopo un po' di tempo passavano .. non so bene dire in relazione a cosa. Ora l'otorino mi ha dato una cura con pomata antibiotica e mi rivede il bambino tra 15 gg. Secondo lei potremmo aver trovato in effetti la causa? Con la pomata antibiotica guarira' del tutto? Una ultima cosa l'otorino mi ha dato una crema a base di un antibiotico antistafiloccoco per la quale ho letto sul bugirdino che esiste la formulazione "nasale" come unguento .. secondo lei perche' invece mi e' stata prescritta la crema?

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Certo, la rinite crostosa puo' essere benissimo la causa dell'epistassi, con la caduta delle crosticine. Giusta la prescrizione di un unguento o di una crema antibiotica per una decina di giorni almeno. Non utilizzerei, invece, la soluzione salina che contribuisce a seccare la mucosa nasale. Il perché il Collega abbia prescritto la crema e non la pomata nasale non so che dirle. Comunque, vanno bene entrambe.
Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori