Dipendenza da rinazina, quali rischi?come uscirne?

Gentili dottori, ho un problema che ormai mi porto avanti da anni e anni, ovvero l'uso della Rinazina Spray nasale.
Senza l'uso di tale spray il mio naso è perennemente tappato, io penso abbia lo stesso effetto della droga, perchè quando lo spruzzi ti libera il naso, ma poi quando passa l'effetto, il naso si calcifica, e devi per forza inniettare ancora spray. Insomma è una ruota senza fine.
Cosa posso fare dottori? inoltre è vero che un continuo uso di questo spray potrebbe provocare anche brutto mali al cervello?
Esistono rimedi efficaci per finire di usare questa porcheria? ho sentito di gente che ha provato a non usare lo spray per settimane senza nessun buon risultato. Un operazione chirurgica per disincrostare il naso sarebbe un idea?
Attendo vostre gentili risposte.
Grazie mille per l'attenzione.
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,8k 1,1k
Dobbiamo capire quanto questa ostruzione nasale possa dipendere da una deviazione del setto nasale e quanto da un aumento di volume dei turbinati. Per questo, oltre una fibroscopia nasale, sarebbe necessario che si sottoponesse ad una rinomanometria con test di decongestione dei turbinati. Sicuramente, il farmaco utilizzato da tampo, essendo un vasocostrittore, puo' dare seri problemi alle mucose nasali ed altro che qui non sto ad elencare. Poiché s'è una dipendenza alla sostanza, lo smettere sarà difficoltoso, ma lo deve fare per la sua salute. Puo' utilizzare uno spray nasale a base di cortisone, per esempio. Chieda in merito al suo medico di famiglia.
Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
grazie della gentile risposta Dottore,
gentilmente potrebbe essere piu preciso/esplicito riguardo i seri problemi che potrei avere? oltre alle mucose nasali, si rischia la vita? ad esempio tumori, infarti ecc..?
Inoltre secondo lei un operazione puo essere una cura?
[#3]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,8k 1,1k
Assolutamente no: il farmaco, vasocostrittore, non puo' procurare le patologie da lei menzionate. La chirurgia rappresenta solo, in un caso come questo, il fallimento della terapia farmacologica. In poche parole, si procederà ad intervenire chirurgicamente solo se la cura farmacologica non darà i risultati auspicati
[#4]
dopo
Utente
Utente
Dottore, grazie mille per le sue risposte molto chiare e professionali.
Un mio amico mi aveva detto che continuando a mettere rinazina, si rischia di danneggiare il cervello dato che lo spray potrebbe finire da quelle parti... quindi è una bufala? cioè il danno maggiore che potrei avere rappresenta esclusivamente l'apparato nasale?
[#5]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,8k 1,1k
L'uso prolungato dei vasocostrittori puo' dare delle complicanze a livello:
!) sistema nervoso centrale con iperstimolazione cerebrale, irrequietezza, insonnia, cefalea, tremori, riduzione dell'appetito, stati d'ansia, etc.
2)apparato urinario con riduzione della minzione
3) apparato cardiovascolare con aumento della pressione arteriosa, della frequenza cardiaca,etc
4) a livello nasale con rinite medicamentosa, da farmaco.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test